Zafferano per resistere al sisma e tornare a investire sul futuro

La famiglia Giampiccolo gestisce una fattoria didattica, produce l’officinale e mele da vendita diretta a Sant’Anatolia di Narco (Pg)


Agriturismo Zafferano e dintorni

L’agriturismo e fattoria didattica “Zafferano e dintorni” si trova in Valnerina (tra Spoleto e Norcia in provincia di Pg) nel comune di Sant’Anatolia di Narco (località Castel San Felice). Circondata dalla ricca vegetazione tipica umbra, che alterna valli a dolci montagne e piane ricche di biodiversità, la proprietà si estende su un totale di 7 ettari, tra orti, frutteti, erbe spontanee e campi di zafferano.

«Siamo una piccola azienda agrituristica a conduzione familiare – ci racconta la trentunenne Marta Giampiccolo –. L’azienda agricola l’ha costituita mia madre Rita nel 1989. Sui 4 ettari messi a coltura, gli unici coltivabili di tutta la proprietà, produciamo principalmente mele, il frutteto è entrato in produzione nel 1994. Nel frutteto intensivo coltiviamo le varietà moderne più comuni quali, Mondial Gala, Fuji, Golden. Poi abbiamo un altro piccolo frutteto di varietà autoctone locali, prevalentemente mele che ha recuperato mio padre nel corso degli anni. Le mele vengono vendute appena raccolte, non avendo celle frigorifere, direttamente in azienda, a chi negli anni ha imparato a conoscerci, o di fronte al nostro agriturismo sulla strada provinciale che collega lo spoletino alla zona di Norcia. Serviamo inoltre qualche gruppo d’acquisto solidale di Spoleto e dintorni. Una piccola parte della produzione viene trasformata in confettura. Abbiamo anche un orto stagionale biologico e delle piante di ulivo. Dal 2011 abbiamo realizzato anche un piccolo giardino didattico di piante officinali e aromatiche».

 

Leggi l’articolo completo su Terra e Vita 13/2017 L’Edicola di Terra e Vita


Pubblica un commento