I versamenti volontari 2015 per il comparto agricolo

Aliquote e calcoli per i lavoratori dipendenti, coltivatori diretti e Iap. Tutti i chiarimenti in una recente circolare dell’Inps


versamenti volontari

L’nps con la circolare n. 132 del 2 luglio scorso ha fornito chiarimenti in merito alle modalità di calcolo della contribuzione volontaria per il 2015, per le varie categorie di lavoratori agricoli.

L’istituto previdenziale si è occupato dei lavoratori agricoli dipendenti, dei coltivatori diretti coloni e imprenditori agricoli professionali, di coloro che versano i contributi integrativi volontari previsti dall’articolo 4 del Dpr. n.14332/1971 (OTD e piccoli coloni e compartecipanti familiari) e coloni e mezzadri reinseriti nell’AGO.

Lavoratori dipendenti

A partire dal 1° gennaio 2015 l’aliquota F.P.L.D. (Fondo pensioni lavoratori dipendenti), da applicare ai lavoratori dipendenti del comparto agricolo che intendono proseguire volontariamente la propria contribuzione, è pari al 28,30%.

Questa aliquota deve essere applicata sia nei confronti delle persone autorizzate entro il 30 dicembre 1995, sia per coloro che hanno ricevuto l’autorizzazione alla prosecuzione volontaria dal 31 dicembre 1995.

I coltivatori diretti, coloni e mezzadri ed imprenditori agricoli professionali sono tenuti ai versamenti volontari in base a quattro classi di reddito medio giornaliero annualmente stabilite da un apposito decreto ministeriale.

Per l’anno 2015 le quattro classi di reddito sono state adeguate applicando la percentuale di variazione annua del +0,2% considerando gli indici Istat dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati (tab. 2).

Tutte le tabelle con aliquote e calcoli nell’articolo completo di Giulio D’Imperio
su Terra e Vita 33-34/2015 L’Edicola di Terra e Vita


Pubblica un commento