Trasformare un seminativo in oliveto conviene

Pagamento accoppiato


TV_14_05_oliveto_spagna

Domanda

Sono titolare di 135 titoli su terreni seminativi e ulivetati. Se decido di trasformare parte dei seminativi a uliveti con nuovi impianti, i 135 titoli sui quali percepisco l’aiuto, subirebbero variazioni?

 

Risposta

L’agricoltore può trasformare il terreno da seminativo a oliveto, senza variazioni del valore dei titoli e senza variazioni delle condizioni di ammissibilità del pagamento di base. Per il pagamento di base non ci sono variazioni. Per il pagamento greening, la trasformazione da seminativi a oliveto è un vantaggio per l’agricoltore. L’oliveto come tutte le colture permanenti è greening by definition, quindi percepisce il pagamento senza impegni di diversificazione e di EFA. L’oliveto, inoltre, beneficia del pagamento accoppiato, così articolato:

–  premio di base accoppiato, per gli oliveti localizzati in Puglia, Calabria e Liguria (circa 93 €/ha);

–  in aggiunta, premio aggiuntivo per superfici olivetate con pendenza media oltre il 7,5% in Puglia e Calabria (circa 120 €/ha);

–  premio per l’olivicoltura di rilevanza economica, sociale, territoriale e ambientale, su tutto il territorio nazionale, rivolta agli oliveti che aderiscono a sistemi di qualità Dop e Igp (circa 200 €/ha).

 


Pubblica un commento