Il trapianto delle ortive a ciclo anticipato

Le caratteristiche di piantine di “alta qualità”


trapianto

Quando l’andamento climatico lo consente, nelle aziende in cui si pratica l’orticoltura in ambiente protetto, devono essere montati i tunnel in previsione del trapianto delle ortive a ciclo primaverile anticipato. Contemporaneamente all’interno delle serre fisse occorre provvedere alla rimozione dei residui colturali che costituiscono spesso fonte di inoculo di agenti di infezione e/o di infestazione e, qualora fosse necessario, sottoporre il terreno ad un trattamento di disinfezione e/o di disinfestazione.

Solitamente anche chi produce ortaggi per uso famigliare preferisce acquistare le piantine da aziende vivaistiche specializzate ed accreditate dal Servizio Fitosanitario Regionale competente per territorio in conformità di quanto stabilito dal D.M. 14 aprile 1997. Dette aziende sono infatti sottoposte a periodici controlli sotto il profilo fitosanitario e garantiscono all’orticoltore la fornitura di materiali sostanzialmente privi di organismi nocivi o malattie pregiudizievoli della qualità, uniformi come stadio di crescita e appartenenti alle cultivar richieste nel periodo desiderato in funzione della programmazione produttiva.

Piantine di alta qualità

Una piantina da orto per essere definita di alta qualità pronta per il trapianto, deve presentare le seguenti caratteristiche:

radici bianche, robuste e ben sviluppate lungo tutto il profilo del substrato;

steli di lunghezza compresa tra i 10 e i 17 centimetri, robusti, dritti, turgidi e non filati;

cotiledoni integri, ben sviluppato e di colore verde;

foglie ben espanse con lamine dritte, di colore verde intenso e prive di macchie di qualsiasi tipo e origine;

– assenza di fiori o frutti allegati;

esente da sintomi di infezione e/o di infestazione prodotti da organismi nocivi che incidono negativamente sulla qualità del materiale vivaistico;

– disporre di una riserva sufficiente di elementi nutritivi che consente una rapida ripresa vegetativa dopo il trapianto.

….

Leggi l’articolo completo di box su Terra e Vita 08/2016 L’Edicola di Terra e Vita


Pubblica un commento