“Tonda gentile delle Langhe” rimossa dai registri olandesi

Gli enti locali piemontesi intendono però ricorrere ora contro il Mipaaf, dal momento che non ha ancora provveduto a rimuovere dal nostro registro varietale la “Tonda gentile delle Langhe” come richiesto anche dai regolamenti comunitari


nocciole-juta.jpg

La varietà vegetale di nocciola, “Tonda gentile delle Langhe”, risultava iscritta nel registro delle varietà vegetali dell’Olanda, nonostante tale varietà sia inserita nel disciplinare di produzione della Nocciola Piemonte Igp come una delle varietà coltivabili per ottenere le produzioni a Igp.

Il Mipaaf, dopo una lunga negoziazione, ha ottenuto dall’Olanda la cancellazione dal proprio registro della varietà vegetale “Tonda gentile delle Langhe”. L’iscrizione era stata effettuata dal Governo olandese nel 2012 ed è rimasta attiva per cinque anni.

Si tratta di un risultato molto importante per la tutela delle nostre produzioni di qualità in quanto non consente l’utilizzo della varietà vegetale di nocciola “Tonda gentile delle Langhe” da parte di chiunque compresi altri Stati.

Una questione non nuova

La questione non è nuova in quanto comincia nel 2006 quando il Consorzio Tutela Nocciola Piemonte Igp ritrova la registrazione della varietà “Tonda gentile delle Langhe” nei registri delle varietà vegetali argentini. Il Mipaaf e la Regione Piemonte si attivano e ottengono la modifica dal Ministero dell’agricoltura Argentino della denominazione della varietà da “Tonda gentile delle Langhe”, in “Tonda gentile”.

La questione si è quindi riproposta per il registro delle varietà vegetali olandesi la cui registrazione è stata ora annullata con una decisione dello stesso Governo olandese.

Ma la questione è ancora lontana dalla conclusione in quanto la denominazione Tonda gentile delle Langhe non è consentito neppure in Italia e nell’Ue, oltre ad essere contestata dagli stessi agricoltori e dalle loro organizzazioni, è comunque presente come sinonimo nel registro Ufficiale Italiano delle varietà vegetali.

Il Mipaaf e la Regione Piemonte si erano attivati sin dal 2006 per ottenere la modifica dal Ministero dell’agricoltura Argentino della denominazione della varietà da “Tonda gentile delle Langhe”, in “Tonda gentile”.

Il Ministero delle Politiche agricole successivamente chiese al Consorzio tutela Nocciola Piemonte di modificare il Disciplinare di produzione per evitare che il nome geografico “Langhe” collegato alla varietà potesse essere utilizzato indistintamente in ogni luogo del mondo. Ciò avvenne e il nome proposto diventa “Tonda gentile Trilobata”; nel contempo furono emanati due Regolamenti europei: il Ce n. 637/2009 e il Ce n. 1151/2012, i quali prescrivono che i nomi delle varietà da iscriversi nei registri non devono recare al loro interno un toponimo geografico (luogo).  Ciò al fine di non indurre in errore o creare confusione riguardo alle caratteristiche o al valore della varietà, e per non entrare in conflitto con le denominazioni dei prodotti Igp e Dop.

C’è da evidenziare che la Regione Piemonte approva, con Dd 499/2012, l’elenco delle varietà in cui si comprende la scheda della varietà di nocciolo “Tonda gentile Trilobata” e lo invia al Mipaaf affinché sia inserito nell’elenco dell’allora costituendo Registro Nazionale delle varietà vegetali.

La situazione sembra ormai consolidata. Il Ministero delle politiche agricole, con Decreto del 9 settembre 2013, approva la modifica al Disciplinare “Nocciola Piemonte Igp” con la varietà “Tonda Gentile Trilobata” in conseguenza dell’approvazione della Commissione Europea con Regolamento UE 858/2013 del 4 settembre 2013.

 

L’opposizione degli enti locali

Con enorme sorpresa, però, in data 4 ottobre 2016 il Mipaaf con Ddg n. 23583, pubblica l’ampliamento del registro nazionale delle varietà vegetali e inserisce per quanto riguarda la varietà del nocciolo due varietà: “Tonda Gentile”e  il  relativo sinonimo “Tonda Gentile delle Langhe”, e l’altra  varietà “Tonda gentile Trilobata”.

In seguito alla pubblicazione del decreto di cui sopra la Regione Piemonte, con nota del 29 novembre 2016, ha richiesto invece l’inserimento del nome “Tonda gentile Trilobata” tra i sinonimi della varietà “Tonda Gentile” e le parti agricole hanno chiesto la cancellazione della varietà “Tonda gentile delle Langhe” e il mantenimento invece della varietà “Trilobata”.

Stessa richiesta è stata presentata dagli enti locali tramite ricorso, in via di autotutela, al Mipaaf.

In data 12 dicembre 2016 il Mipaaf ha aggiornato nuovamente il Registro delle varietà modificando la varietà del nocciolo nel seguente modo:

Nome Varietà: Tonda Gentile

Sinonimi: Tonda Gentile delle Langhe, Tonda Gentile Trilobata.

In conseguenza di questo ultimo decreto, tutte le parti agricole e gli enti locali hanno deciso di ricorrere al Tribunale Amministrativo regionale per il Lazio-Roma chiedendo la cancellazione del sinonimo “Tonda gentile delle Langhe”.


Pubblica un commento