Tommasi, sostenibilità al servizio della qualità

Nutrizione bilanciata per migliorare il prodotto finale


sostenibilità

 

sostenibilità

Tommasi, Vigneto Conca d’Oro

Tecniche colturali rigorose e volte al rispetto dell’ambiente sono il punto di partenza fondamentale per l’ottenimento di uve destinate a produrre vini di alta qualità, come spiega Sergio Girardi responsabile tecnico dell’azienda Tommasi Family Estates. La storica cantina Italiana, oggi portata avanti dalla quarta generazione della famiglia Tommasi, ha la sua sede principale a Pedemonte di Valpolicella (Vr), dove conduce in proprietà oltre 195 ettari di vigneto, di cui 90 ettari per la produzione di vini pregiati nelle zone Doc di Verona e 105 ettari nella zona della Valpolicella Classica, con produzioni che riguardano principalmente Amarone, Ripasso, Valpolicella Classico, Superiore e Recioto.

Negli anni l’azienda è cresciuta, anche al di fuori del territorio di nascita della famiglia, acquistando nel tempo cantine e vigneti nelle zone viticole più vocate d’Italia. Oggi, alla sede storica, si affiancano anche i centri di produzione presenti in altre quattro regioni italiane: la Tenuta Caseo, nell’Oltrepò Pavese (Pv), in Lombardia; Podere Casisano, a Montalcino (Si), in Toscana; il Poggio al Tufo, Pitigliano e Scansano (Gr), in Toscana, la Masseria Surani, a Manduria (Ta), in Puglia. Tutte le cantine ed i vigneti seguono le linee tecniche elaborate nel corso di oltre un secolo di esperienze, volte all’ottenimento di prodotti di qualità superiore e allo stesso tempo alla sostenibilità economica e ambientale.

 

sostenibilità

L’appassimento delle uve per l’ottenimento dell’Amarone.

Una materia prima equilibrata

Girardi, che segue gli impianti viticoli dell’azienda da oltre vent’anni, pone l’accento sull’importanza della qualità del prodotto destinato alla trasformazione, infatti, per riuscire ad ottenere un buon vino, è necessario disporre di una materia prima che sia equilibrata dal punto di vista organolettico, oltre che sana e ottenuta con tecniche rispettose del consumatore e dell’ambiente.

Per conseguire tale obiettivo, particolare cura è dedicata al bilanciamento degli apporti nutritivi da somministrare alla coltura, che viene, di norma, eseguita in due interventi durante l’anno: uno immediatamente dopo la vendemmia, che costituisce un importante aspetto fisiologico, fungendo da accumulo e riserva per la futura ripresa vegetativa, uno successivo al germogliamento, altrettanto importante per sostenere lo sviluppo dei tralci e la produzione dei grappoli.

Per massimizzare i vantaggi offerti da questa tecnica, la concimazione è eseguita utilizzando concimi organo-minerali con matrice altamente umificata della ditta Scam spa, azienda leader nel campo della nutrizione vegetale. Le formulazioni utilizzate, grazie alla caratteristica della cessione graduale, permettono alle piante di potersi nutrire nel lungo periodo, attingendo dagli elementi resi disponibili durante le varie fasi fenologiche.

Il buon equilibrio della coltura e il corretto stato nutrizionale consentono, oltre all’ottenimento di una buona produzione, anche un miglioramento dello stato di salute della stessa, consentendole di rispondere meglio agli stress biotici e abiotici, con una conseguente razionalizzazione dell’acqua e delle sostanze apportate, oltre che la riduzione degli interventi fitosanitari, con evidenti vantaggi per l’economia dell’azienda e per l’ecosistema.

 

Rispetto dell’ambiente e della salute

Il rispetto dell’ambiente e della salute del consumatore secondo Girardi è uno tra i primi scopi da perseguire, infatti, i nutrienti organo-minerali con matrice umificata Scam, utilizzati per la produzione delle uve, sono certificati Epd (Dichiarazione ambientale di prodotto), che valuta tutte le caratteristiche, le prestazioni e gli impatti ambientali di prodotti e servizi pubblicati. Questi concimi contengono torba umificata con una percentuale di acidi umici del 3%, coadiuvata dalla presenza di micro elementi che, oltre a migliorare la fertilità e la struttura del suolo, attraverso il loro utilizzo, consentono una riduzione dei volumi impiegati di oltre il 30%, se paragonati a formulati tradizionali di origine minerale. La riduzione così apportata si riflette positivamente grazie ai minori costi dovuti alla diminuzione della manodopera impiegata per lo stoccaggio e per la distribuzione.

 

Una collaborazione ventennale

L’azienda Tommasi collabora con Scam da circa vent’anni, usufruendo del supporto tecnico e della qualità dei prodotti, che hanno come obiettivo, oltre migliorare resa del prodotto, anche la sicurezza per l’operatore e per il consumatore finale. Per questo i tecnici Scam seguono e offrono ausilio durante tutta la stagione produttiva, consigliando le soluzioni migliori per la nutrizione vegetale ed eseguendo verifiche e test di nuovi concimi, per rispondere sempre meglio alle richieste di qualità e sostenibilità degli impianti viticoli.

Un altro aspetto cui dà molta importanza Girardi è quello della logistica, avere produzioni su tutto il territorio nazionale, con evidenti differenze in termini di suolo, clima, tipologie d’impianti, comporta che la rete di tecnici a disposizione debba essere presente ognuna sul proprio territorio, per meglio comprendere le doti vocazionali e gli effettivi bisogni nutrizionali. Oltre a questo la gestione delle spedizioni dei mezzi tecnici di nutrizione vegetale deve essere gestita con accurata puntualità, per consentire, a chi si occupa di gestire le operazioni colturali, di disporre di tutto il materiale necessario. Scam è in grado di assolvere a questo compito grazie alla rete dedicata composta da tecnici, rivenditori e agenti, i quali programmano e seguono le spedizioni, per assicurarsi che ogni centro produttivo sia rifornito tempestivamente di tutto il materiale pianificato durante l’elaborazione dei programmi di nutrizione.

Le uve così ottenute, dopo la raccolta rigorosamente manuale, potranno essere avviate al processo di vinificazione che è diverso, in termini di tecnologie utilizzate e durata, secondo il prodotto che si desidera ottenere. L’85% dei vini prodotti dalla Tommasi Family Estates è destinato all’esportazione verso i paesi europei, Usa, Canada, Russia, Cina e Asia, in ristoranti ed enoteche specializzate, contribuendo a far conoscere l’alta qualità dei prodotti del nostro paese.


Pubblica un commento