Terreni coltivati, cessione ai soci senza regime agevolato

Ok invece per quelli in locazione o in comodato. Una circolare delle Entrate chiarisce le novità introdotte dalla legge di Stabilità


terreni

All’agenzia delle Entrate sono servite 52 pagine (circolare n. 26/E dello scorso 1° giugno) per illustrare in modo compiuto il regime fiscale agevolato previsto dall’ultima legge di Stabilità (n. 208 del 2015, art. 1, commi da 115 a 120) che consente l’assegnazione e la cessione agevolata ai soci di taluni beni immobili e beni mobili iscritti in pubblici registri, nonché la trasformazione in società semplici delle società che hanno per oggetto esclusivo o principale la gestione dei predetti beni (oltre alla cosiddetta estromissione dei beni dell’imprenditore individuale).

Un regime che può interessare, seppur con le limitazioni previste, anche le società agricole. Lo illustriamo in estrema sintesi.

I beni interessati

Le società che possono utilizzare il regime agevolato sono praticamente tutte le società, sia di capitali che di persone: restano escluse le società semplici e le società cooperative.

I beni della società che possono essere assegnati o ceduti in via agevolata ai soci sono: a) i beni immobili diversi da quelli strumentali per destinazione, vale a dire diversi da quelli utilizzati esclusivamente per l’esercizio dell’attività d’impresa; b) i beni mobili iscritti in pubblici registri, non utilizzati come beni strumentali nell’attività propria dell’impresa.

E qui sta la limitazione riferita alle società agricole: infatti, come è indicato nella circolare: “Con riferimento alle società operanti nel settore agricolo, si precisa che qualora il terreno sia utilizzato per effettuare la coltivazione e/o l’allevamento di animali lo stesso non è assegnabile ai soci in regime agevolato, essendo in tal caso impiegato dalla società nell’esercizio dell’impresa. Rientrano, invece, nella disciplina in esame i terreni concessi in locazione o in comodato al momento dell’assegnazione, non essendo in tal caso gli stessi impiegati dalla società nell’esercizio dell’impresa”.

Leggi l’articolo completo su Terra e Vita 27/2016 L’Edicola di Terra e Vita


Pubblica un commento