Stesse regole per il bio prodotto in Ue e in Cile

Siglato l’accordo tra i due paesi che introduce per la prima volta il principio di conformità dei prodotti biologici cileni alla normativa comunitaria


bio

L’Unione europea e il Cile hanno firmato e reso definitivamente esecutivo l’accordo sul commercio di prodotti biologici raggiunto l’anno scorso. Si tratta di un importante passo in quanto viene introdotto il nuovo principio della conformità alle norme comunitarie dei sistemi di agricoltura biologica cileni. Il Cile è uno dei maggiori paesi esportatori dei prodotti biologici negli Stati membri per cui l’accordo garantirà i consumatori europei sulla completa conformità alle norme comunitarie dei prodotti bio importati.

L’accordo significa anche che l’Ue e il Cile reciprocamente riconoscono l’equivalenza delle norme di produzione biologica e dei sistemi di controllo, consentendo a tutti i prodotti biologici ottenuti e controllati secondo le norme Ue di essere immessi direttamente sul mercato cileno, e viceversa. I loghi organici attualmente utilizzati dalla Ue e quelli del Cile per i loro prodotti, saranno anche protetti giuridicamente in Cile e nei singoli Stati membri.

L’accordo prevede inoltre un sistema di aggiornamenti dei prodotti oggetto delle rispettive norme biologiche, lo scambio di informazioni e un sistema di risoluzione delle controversie per il commercio biologico.

L’accordo Ue-Cile sul commercio di prodotti biologici è il primo degli accordi di una cosiddetta “nuova generazione” negli scambi di prodotti biologici. Fino ad ora l’Ue aveva optato per accordi amministrativi o riconoscimenti unilaterali della equivalenza delle norme di produzione biologica dei paesi terzi e dei sistemi di controllo.

Questo accordo apre la strada ad altri accordi negli scambi di prodotti biologici e dovrebbe contribuire ad un’ulteriore crescita nel mercato degli alimenti biologici globale, di posti di lavoro di sostegno e di crescita.

Il settore biologico dell’Ue è cresciuto intorno al 5,5% all’anno negli ultimi 10 anni, e quasi il 6% della terra disponibile è dedicata all’agricoltura biologica. Anche se l’Ue è un importatore netto di prodotti alimentari dal Cile, si prevede che questo accordo andrà contribuire a fornire maggiori opportunità per le esportazioni di alimenti biologici dell’Ue verso il Cile.

 


Pubblica un commento