News dalle imprese –

Da 4 anni primo nelle semine, si avvia ad esserlo per il quinto anno consecutivo

SIS, il frumento tenero a “Bologna”

SIS_TENERI

Alla vigilia delle semine dei frumenti, SIS – Società
Italiana Sementi ha fatto il punto della campagna autunnale con i propri
tecnici. Si registra ancora una volta lo straordinario successo della varietà
‘Bologna’, la varietà più coltivata in Italia da quattro anni e la cui
disponibilità si sta avviando all’esaurimento in Italia ed in Europa. Con circa
100.000 ettari di superficie investita dagli agricoltori italiani, il ‘Bologna’ ha rafforzato il suo primato nel 2013-14 e si appresta a
consolidarlo nella corrente campagna. Il grande successo
di questa varietà – che ha visto negli
anni un crescendo di superfici investite – è dovuto ad un mix di alta e
costante adattabilità produttiva ma soprattutto, come sottolinea il direttore
generale SIS, Claudio Mattioli, “alle
sue caratteristiche molitorie che hanno contribuito ad innalzare significativamente
il livello medio della qualità della produzione italiana”. E non a caso il
‘Bologna’ è da tempo al centro di diverse filiere, ad esempio le farine per i
panini di Mc Donald’s.

Grandi soddisfazioni arrivano da nuove cultivar di frumento tenero recentemente
introdotte da SIS, quali ‘Tintoretto’ – varietà caratterizzata dall’eccellente
produttività di granella e adatta anche per biodigestori – e ‘Bellini’ dalla
spiga di grandi dimensioni e con granella bianca che lo rende adatto a particolari utilizzi.
Entrambe queste varietà risultano già esaurite per le grandi richieste
pervenute dagli agricoltori.

Sul fronte dei frumenti duri si ipotizza un aumento
degli investimenti in particolare in Emilia-Romagna e nel Nord Italia. In
questo quadro spicca la varietà ‘Cesare’ , indicata per i terreni del Nord, con
ottima resistenza all’allettamento e alle virosi e buona tolleranza alle
fusariosi. Alta l’attenzione degli agricoltori, in tutta Italia, per ‘Massimo
Meridio’ e ‘Marco Aurelio’, dalla eccellente produttività e con caratteristiche
qualitative di alto livello per il contenuto proteico. Due varietà di punta, che
sono entrate a pieno titolo in alcuni fra i più importanti progetti di filiera
a livello nazionale.

Tra le novità dei frumenti duri SIS spicca ‘Ovidio’,
adatta per tutti gli areali e dall’ottimo equilibrio tra produttività e
contenuto proteico; ‘Furio Camillo’, varietà rustica che fornisce sempre un
eccellente peso ettolitrico; ‘Emilio Lepido’, che ha evidenziato la migliore
qualità del glutine tra le varietà esistenti sul mercato.

I successi in campo confermano la scelta strategica
di SIS a fianco dei produttori nella sfida su qualità e tracciabilità, elementi
cardine per dare più valore aggiunto al prodotto nazionale e più margine alle
imprese agricole. Ma – avverte Mattioli
– “è bene ricordare che solo il seme certificato è garanzia di filiera
tracciabile. E il seme confezionato nel sacco SIS , oltre alla tracciabilità, garantisce
all’agricoltore l’origine e la qualità del prodotto frutto dei rigidi controlli
che i tecnici SIS applicano lungo tutta la filiera di produzione del seme”.

  • SIS-Società Italiana Sementi Spa

SIS
è la prima società sementiera tutta italiana, leader nei cereali e nel riso. Ha
sede a San Lazzaro di Savena, alle porte di Bologna ed è controllata dal
sistema dei Consorzi agrari italiani. Negli anni ha concentrato risorse umane e
finanziarie
nella
ricerca, per mettere a disposizione dei produttori i migliori prodotti. A
questa attività si è affiancata una
intensa attività di sperimentazione su materiali provenienti dai più
importanti costitutori italiani ed esteri, pubblici e privati. Grazie a questo
impegno SIS ha rinnovato ed ampliato il
proprio catalogo, che oggi è il più completo esistente sul mercato, con
l’introduzione di ibridi e varietà di eccellente livello qualitativo e
produttivo, che primeggiano nelle prove ufficiali. L’attività di
“breeding” è focalizzata prioritariamente sui frumenti duri e teneri
e sul riso e ha le proprie basi operative nelle due Aziende sperimentali di SIS,
l’Azienda Idice (42 ha ) e l’Azienda Cantaglia (95 ha ), in cui si concentrano
le prime fasi di incrocio e selezione. E’ inoltre attiva una rete sperimentale
autonoma che gestisce otto località di prove parcellari di cereali
autunno-vernini e quattro di riso, dislocate da nord a sud in otto diverse
regioni italiane, in areali estremamente rappresentativi. Il lavoro di
miglioramento genetico è supportato dalle tecniche più innovative, quali i
marcatori molecolari e i doppi aploidi, e beneficia della possibilità di
usufruire, per le specie il cui ciclo lo permette, di una seconda generazione
annuale in Sud America, che consente di abbreviare notevolmente il tempo di
ottenimento di una nuova varietà.

 

 

Info: S.I.S. spa 051 6223111 info@sisonweb.com www.sisonweb.com

 


Pubblica un commento