Si rafforza la tutela della filiera agroalimentare

Grazie al protocollo d’intesa siglato tra Arma dei Carabinieri e Accademia nazionale di Agricoltura


tutela

Il 30 marzo scorso è stato siglato a Roma un protocollo d’intesa tra il presidente dell’Accademia nazionale di Agricoltura, Giorgio Cantelli Forti e dal Comandante Generale Tullio Del Sette. Il protocollo d’intesa ha l’obiettivo di sviluppare rapporti di collaborazione tra le due organizzazioni con lo scopo di promuovere la tutela ambientale, agroalimentare e della salute.

«La sottoscrizione del protocollo d’intesa è un grande onore per l’Accademia – ha commentato Cantelli Forti. I nostri sentimenti verso l’Arma, già espressi in occasione del conferimento del titolo di Accademico Onorario al generale Del Sette, oggi si rinnovano e assumono un significato ancora più importante. Gli obiettivi di questa collaborazione vanno a toccare campi molto importanti come, ad esempio, il controllo della filiera agroalimentare nazionale e la tutela dell’ambiente, oggi sempre più centrali per la società civile. In questo spirito di servizio verso i cittadini l’Accademia di Agricoltura può, da oggi, avvalersi della vicinanza del Comando generale dell’Arma dei Carabinieri che ringraziamo».

«La nuova organizzazione dell’Arma, mediante il Decreto legislativo n.177 del 2016, consente oggi di operare, in maniera ampia, su settori particolarmente importanti, come il sostegno e la tutela del patrimonio forestale e ambientale, ai quali i temi agroalimentare della salute sono strettamente correlati e posti in grande evidenza rispetto al passato. Grazie alla presenza dei nuclei NAS, NOE e del Corpo Forestale dello Stato possiamo avvalerci di una specializzazione forte che metteremo al servizio di questa nuova e importante collaborazione» ha sottolineato il generale Del Sette.

Le aree prevalenti di collaborazione previste nel protocollo d’intesa riguarderanno:

– attività di studio e ricerca nel settore ambientale e agroalimentare, con specifico riferimento agli aspetti di tutela della salute pubblica, dell’ambiente e delle risorse;

– iniziative condivise per la diffusione della cultura della difesa del patrimonio paesaggistico, ambientale e forestale, anche attraverso l’organizzazione di eventi divulgativi e di approfondimento.


Pubblica un commento