Servizio civile, al via bando per l’agricoltura sociale

Domande fino al 31 ottobre. Previsti 1.000 posti finanziati con fondi Mipaaf e Ue


Servizio civile

Dal 26 luglio scorso, data di presentazione dell’avviso, e fino alle ore 14 del 31 ottobre è possibile presentare al Dipartimento della gioventù e del servizio civile nazionale progetti di servizio civile per svolgere attività di agricoltura sociale.

In pratica sono stati previsti ben 1.000 posti per svolgere il servizio civile così suddivisi:

–   500 volontari finanziati con fondi del Mipaaf;

–   500 volontari finanziati con fondi comunitari per la realizzazione del Programma “Garanzia giovani”

I progetti dovranno essere formulati relativamente alle seguenti aree di intervento:

Settore assistenza che comprende disagio adulti caratterizzato dall’inserimento lavorativo in agricoltura di persone con disagio, pet therapy, lotta all’illegalità nella campagne;

Settore educazione e promozione culturale che comprende l’educazione al cibo, l’educazione al consumo consapevole, lo sportello informa, l’educazione alla biodiversità, educazione ambientale con riferimento anche all’organizzazione delle fattorie sociali e didattiche finalizzate all’accoglienza e soggiorno di bambini.

 

La presentazione dei progetti

I progetti possono essere presentati dagli enti iscritti all’albo nazionale tenuto presso il Dipartimento della gioventù della presidenza del Consiglio dei Ministri e quelli iscritti presso gli albi regionali e della provincia autonoma di Trento, solo con modalità on line utilizzando il “Sistema Unico di SCN”. Occorrerà selezionare il sistema informatico Helios per i progetti di Servizio civile e il sistema informatico Futuro per i progetti di servizio civile nazionale per l’attuazione del programma “Iniziativa occupazione giovani”.

Leggi l’articolo completo su Terra e Vita 35/2016 L’Edicola di Terra e Vita


Pubblica un commento