Servizi per l’infanzia, la scelta della struttura

Le strutture pubbliche e private che intendono iscriversi al registro tenuto dall’istituto previdenziale


infanzia

L’Inps ha reso note le istruzioni per le strutture sia pubbliche sia private che intendono iscriversi al registro tenuto dallo stesso istituto previdenziale a cui possono far riferimento le lavoratrici che intendono usufruire dei servizi per l’infanzia. L’elenco è disponibile su: https://servizi2.inps.it/servizi/ElencoPubblicoStrutture/Default.aspx

Possono far parte di questo elenco:

–  strutture appartenenti alla rete pubblica dei servizi per l’infanzia;

–  strutture private che hanno ricevuto l’accreditamento alla rete pubblica o comunque che sono state autorizzate ad erogare servizi per l’infanzia a seguito del provvedimento dell’ufficio competente del Comune o della regione di appartenenza e quindi da entrambi gli enti accreditate.

Per quanto attiene il pagamento da erogare alla struttura nessun importo in denaro verrà inviato alla lavoratrice madre, ma sarà la stessa Inps a pagare alla struttura scelta il dovuto, ovvero € 600 mensili, per ogni bambino e per un periodo massimo di sei mesi. È chiaro che l’importo che verrà corrisposto alla struttura sarà calcolato in base alle mensilità che di cui suo figlio usufruirà.

Leggi l’articolo completo su Terra e Vita 11/2017 L’Edicola di Terra e Vita

 


Pubblica un commento