Senza p. Iva bocciate le domande

Accesso alla Riserva nazionale


p. Iva

 Domanda

Dei produttori a cui abbiamo fatto domanda di Accesso alla riserva 2015, hanno avuto assegnati i titoli solo quelli che possiedono la p. Iva.

Tutti gli altri, che sono la maggior parte, non hanno p. Iva e ci hanno firmato (come gli anni precedenti) un atto notorio in cui dichiarano di non possedere la p. Iva agricola.

Perchè a questi non sono stati assegnati titoli?

 

Risposta

La Circolare Agea sulla riserva nazionale n. ACIU.2015.275 del 3/6/2015 prescrive l’apertura della p. Iva, per dimostrare la data certa di “inizio attività” del “nuovo agricoltore”.

Infatti la suddetta Circolare Agea recita: L’art. 28, paragrafo 4, del Reg. (UE) n. 639/2014 stabilisce che sono considerati agricoltori che iniziano a esercitare l’attività agricola soltanto quelli che hanno iniziato la loro attività agricola nell’anno civile 2013 o in qualsiasi anno successivo e che presentano domanda di pagamento di base non oltre due anni dopo l’anno civile nel quale hanno iniziato a esercitare l’attività agricola.

In applicazione della suddetta norma, Agea deve verificare l’inizio dell’attività agricola; per questo motivo, la Circolare Agea n. ACIU.2015.275 del 3/6/2015 prescrive che la verifica dell’inizio dell’attività agricola è effettuata esaminando (per le Ditte individuali):

a) la data di apertura della p. Iva o, nel caso di partita Iva già presente ma attiva in un ambito diverso da quello agricolo, la data di estensione dell’attività al regime agricolo;

b) iscrizione all’Inps come coltivatori diretti, imprenditori agricoli professionali, coloni o mezzadri.

La normativa comunitaria e nazionale non obbliga il possesso della p. Iva ai fini del percepimento dei pagamenti della Pac, ma Agea la chiede ugualmente come documentazione per verificare l’inizio dell’attività agricola da parte del “nuovo agricoltore” che presenta domanda di accesso alla riserva nazionale.

Questo è il motivo per cui le Domande di accesso alla Riserva, senza p. Iva, sono state bocciate.

 


Pubblica un commento