Quando occorre la scrittura integrativa

Trasferimento titoli provvisori


provvisori

Domanda

Le associazioni vogliono che i contratti che abbiamo fatto mesi fa (con i titoli provvisori), in cui non si indicavano i titoli con il loro numero progressivo, vengano integrati con un nuovo contratto riportante il numero e l’identificativo del titolo/i concessi con il terreno. Se nel contratto redatto qualche mese fa ho scritto che concedo in affitto 10 ettari e un numero di titoli, ancora in fase di assegnazione,  pari alla superficie concessa in conduzione, non è sufficiente?  Occorre necessariamente individuare tali titoli e integrare il contratto con ulteriore aggravio di spese?

 

Risposta

Nel secondo trimestre 2015 e nei primi mesi del 2016, fino al 1° aprile scorso, gli agricoltori hanno stipulato contratti di affitto con i titoli provvisori.

Dal 1° aprile Agea ha pubblicato i titoli definitivi nel Registro nazionale dei titoli, con l’indicazione del numero identificativo di ogni titolo e del relativo valore.

Il lettore chiede se i contratti di affitto stipulati con i titoli provvisori sono validi o sono da integrare.

La Circolare Agea n. ACIU.2015.70 del 10 febbraio 2016 prescrive che i contratti (stipulati mesi fa, in cui non si indicavano i titoli con il loro numero identificativo), vengano integrati con una scrittura integrativa, solo in alcuni casi.

Leggi la risposta completa di Angelo Frascarelli su Terra e Vita 18/2016 L’Edicola di Terra e Vita


Pubblica un commento