Programma garanzia giovani, bonus al via

Se si verifica un incremento occupazionale netto. Possibile usufruire dell’incentivo oltre i limiti previsti dagli aiuti del “de minimis”


giovani

Inps con la circolare n.32 del 16 febbraio ha fornito chiarimenti in merito all’incentivo previsto per chi assume nel 2016 ragazzi ammessi al “Programma garanzia giovani”, così come stabilito dal decreto del ministero del Lavoro n.385/II/2015 del 24/11/2015.

In particolare il provvedimento offre la possibilità di usufruire dell’incentivo oltre i limiti previsti dagli aiuti del “de minimis” e rappresenta un incremento occupazionale netto.

L’Inps ha comunicato che i moduli telematici “GAGI” per richiedere l’incentivo sono stati aggiornati a seguito delle novità per il 2016.

Oltre il “de minimis”

L’azienda potrà usufruire degli incentivi se si verifica un incremento occupazionale netto nel caso che assuma giovani che al momento della registrazione al “Programma garanzia giovani” hanno un’età compresa tra 16 e 25 anni; se invece i giovani al momento della registrazione al Programma hanno un’età compresa tra 25 e 29 anni, dovranno esserci anche le seguenti condizioni oltre all’incremento occupazionale netto:

–   il ragazzo non deve avere un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi, così come previsto dal Dm. 20 marzo 2013;

–   il ragazzo non deve aver conseguito un diploma di istruzione superiore secondaria di secondo grado o di qualifica o un diploma di istruzione e formazione professionale, oppure, in alternativa, deve aver completato la formazione a tempo pieno da non oltre due anni senza aver ottenuto il primo lavoro regolarmente retribuito;

–   il ragazzo deve essere impiegato in settori o professioni che presentano un tasso di disparità uomo-donna che supera almeno del 25% la disparità uomo donna in tutti i settori economici dello Stato, oppure non deve essere occupato in settori economici in cui sia stato riscontrato il differenziale del 25%, come ogni anno viene individuato dalla rilevazione dell’Istat.

 

Incremento occupazionale netto

Per incremento occupazionale netto si intende un aumento del numero dei lavoratori rispetto alla media dei lavoratori occupati negli ultimi dodici mesi.

Il datore di lavoro che assume un ragazzo iscritto al Programma può usufruire comunque dell’incentivo se l’incremento occupazionale netto non si è verificato per uno dei seguenti motivi:

–   dimissioni volontarie;

–   invalidità;

–   pensionamento per limiti di età raggiunti;

–   riduzione volontaria dell’orario di lavoro da parte del lavoratore;

–   licenziamento lavoratore per giusta causa.

Leggi l’articolo completo su Terra e Vita 09/2016 L’Edicola di Terra e Vita


Pubblica un commento