Quotazioni al ribasso –

Il tono degli scambi di prodotti ortofrutticoli pare un po’ migliorato – l’innalzamento delle temperature incentiva la domanda che assorbe meglio un’offerta che però risulta crescente sia dall’Italia che dalla Spagna.

Prezzi dei prodotti ortofrutticoli (dal 23 maggio 2011)

www.terraevita.it

Il tono degli scambi di prodotti ortofrutticoli pare un po’ migliorato – l’innalzamento delle temperature incentiva la domanda che assorbe meglio un’offerta che però risulta crescente sia dall’Italia che dalla Spagna.
In generale le quotazioni risultano avere una tendenza al ribasso, anche se si deve considerare un andamento non del tutto negativo. Le albicocche nazionali sono salite in particolare il lunedì 24 – la cv Ninfa ha realizzato una decina di cent in meno rispetto alla settimana precedente mentre la cv Aurora ha avuto un buon prezzo di debutto (fino a 2,50 euro kg). Le ciliegie duroni (Bigarreau Burlat e similari) sono state esitate con un ribasso di 40/50 cent/kg – i prodotti del Centro Nord Italia sono però molto ricercati e spesso ben sopra i 3 euro/kg – è però ancora tanto il prodotto proveniente dalla Spagna.
Dalla Spagna anche tantissime nettarine e pesche: le nettarine, specie se di calibro intermedio sono scese di prezzo anche notevolmente, prezzi ancora elevati per i calibri maggiori (A).
Per le pesche il ribasso è stato di 10-20 cent kg per tutti i calibri. In ribasso anche le fragole cv Candonga che tuttavia si sono mantenute attorno ai 2 euro/kg – stabili i prezzi dei prodotti più comuni. Le angurie siciliane hanno avuto quotazioni ferme attorno a 1 euro.
Per gli asparagi si notano ribassi per i calibri piccoli e rialzi per quelli grossi (20+).
Prezzi già popolari per i meloni retati siciliani (i tipi Mundial perdono dai 10 ai 30 cent/kg) anche per effetto dell’offerta dei primi prodotti dalle zone specializzate della pianura Padana, piazzati a prezzi abbondantemente sopra 1 euro/kg.
Circa dieci cent al kg in più per le lattughe di tutte le tipologie. Stabili i prezzi dei pomodori insalatari costoluti (compresi i cuore di bue), a grappolo e ciliegini (ma siamo sempre su livelli bassi). In ripresa i prezzi dei pomodori insalatari tondi lisci nazionali. Prezzi ancora elevati per i datterini, ancora meglio le tipologie “merinda”. Quotazioni già basse per le zucchine.

 

 

  

 
Il commento completo e i prezzi dei prodotti ortofrutticoli su Terra e Vita.
Per abbonarsi: http://www.agricoltura24.com/agricoltura/p_1076.html

 


Pubblica un commento