Piccoli agricoltori, così la Pac è più semplice

L’opzione va esercitata entro il 15 ottobre prossimo; chi percepisce meno di 1.250 € non è obbligato ad aderire al regime dei piccoli agricoltori


www.terraevita.it

Il 10 luglio 2015 ha sancito la scadenza per il completamento della domanda di assegnazione dei nuovi tioli e della Domanda Unica 2015.

In questo primo anno di attuazione della nuova Pac, gli agricoltori e gli operatori dei CAA devono mettere in conto una nuova scadenza per il 15 ottobre 2015: la domanda di accesso al regime semplificato per i piccoli agricoltori. Al tal fine, la Circolare Agea n. ACIU.2015.306 del 2 luglio 2015 ha stabilito le modalità applicative dell’adesione a questo regime.

Regime per i piccoli agricoltori

La nuova Pac presenta molti elementi di complessità; l’unico aspetto di semplificazione è il regime per i piccoli agricoltori, che ha l’obiettivo di rendere i pagamenti diretti più facilmente accessibili alle piccole aziende agricole e di ridurre i costi amministrativi di gestione e controllo della Pac.

Il Reg. Ue 1307/2013 (artt. 60-65) prevede la possibilità di attivare un regime per i piccoli agricoltori, con un pagamento annuale forfettario che sostituisce tutti i pagamenti diretti. Non si tratta di una tipologia di pagamento, come nel caso dei giovani agricoltori, ma di un regime che persegue l’obiettivo della semplificazione amministrativa.

La partecipazione degli agricoltori al regime è facoltativa. In altre parole, un agricoltore che percepisce meno di € 1.250 non è obbligato ad aderire al regime dei piccoli agricoltori…..

Leggi l’articolo completo su Terra e Vita n. 28/2015 

L’Edicola di Terra e Vita


Pubblica un commento