La paulownia non ha un pagamento specifico

Rispetto del greening e delle aree Efa


greening

Domanda

La paulownia, come coltura, rientra nella Pac 2014-2020, e a quanto ammontano i premi annui €\ha per la regione Campania?

 

Risposta

La paulownia è un bosco ceduo a rapida rotazione, come il pioppo. Pertanto l’ammissibilità ai pagamenti diretti dipende dalla durata dell’impianto che non può superare 8 anni. Infatti, il Dm. n. 6513/2014 definisce il “bosco ceduo a rotazione rapida” di cui all’art. 4, par. 1, lettera k), del Reg. 1307/2013: “le superfici coltivate a pioppi, salici, robinie, paulownia, ontani, olmi, platani, Acacia saligna, le cui ceppaie rimangono nel terreno dopo la ceduazione, con i nuovi polloni che si sviluppano nella stagione successiva e con un ciclo produttivo non superiore ad otto anni. Tali superfici devono essere utilizzate per un’attività agricola”.

La paulownia, in qualità di bosco ceduo a rapida rotazione, rientra nelle colture permanenti, che sono le colture fuori avvicendamento, che occupano il terreno per almeno cinque anni e forniscono raccolti ripetuti (es. frutteti, vigneti, oliveti, agrumeti, frutta guscio ecc.)….. 

Leggi la risposta completa di Angelo Frascarelli su Terra e Vita 21/2016 L’Edicola di Terra e Vita


Pubblica un commento