L’importanza del “mandato” fra agricoltore e Caa

Un caso controverso tra affittuario e proprietà


lavoro

Domanda

Mi trovo in una situazione particolarmente delicata causata dal mio Caa. Nel 2014 ho preso in affitto un terreno di ha 8, con contratto regolarmente registrato per la coltivazione di pomodoro. Il mio Caa carica il terreno sul mio fascicolo ma si dimentica di togliere al proprietario (associato nello stesso Caa) il terreno a me affittato; quindi vado in supero dal 20% al 50% (cosa che ho scoperto solo ora dopo oltre un anno). 

Morale della favola mi trovo una riduzione di 10.000 €. E siccome stiamo parlando del 2014 anno di riferimento per l’assegnazione dei titoli, adesso mi trovo nella condizione che sto perdendo circa 10.000 € annui. 

Il mio Caa ancora non dà risposte e scarica tutto sul Sian (il solito scaricabarile). Cosa posso fare? Posso chiamarli per danni dal mio legale o c’è una assicurazione? 

 

Risposta

La situazione segnalata dal lettore è alquanto strana. Da quanto si evince dal quesito, il terreno è stato inserito sia nel fascicolo del proprietario che in quello dell’affittuario. Al momento in cui il Caa carica il terreno su un fascicolo – se il cedente non toglie il terreno dal suo fascicolo – il Sian lo segnala immediatamente e non si riesce a stampare la scheda di validazione. Quindi, l’errore denunciato da lettore è alquanto improbabile.

Comunque, il lettore denuncia una perdita del valore dei titoli a causa di un errore nella Domanda unica 2014, in conseguenza di una minore imputazione della superficie ammissibile. Infatti, i terreni presi in affitto, secondo quando affermato, non sono stati computati nella Domanda unica 2014.

In tal caso, il danno è rilevante, in quanto – non solo genera una perdita di pagamenti nel 2014, ma si ripercuote per tutto il periodo 2015-2020. Infatti, il Reg. 1307/2013 prevede che il valore dei titoli 2015-2020 dipendono da due fattori:

  1. i pagamenti percepiti dall’agricoltore nel 2014;
  2. la superficie ammissibile inserita nella Domanda unica 2015.

Leggi la risposta completa di Angelo Frascarelli su Terra e Vita 5/2017 L’Edicola di Terra e Vita


Pubblica un commento