Olive, ma solo italiane


olive

Valorizzare un prodotto realizzato con materia prima 100% italiana. Rendere consapevoli i cittadini,italiani e non, delle sue specificità, qualità, del suo legame con la storia, la cultura e il territorio. Incoraggiare inediti accordi di collaborazione tra aziende di settori diversi, unite dalla volontà e dall’opportunità di crescere nel nome del made in Italy. Questi i tre pilastri di “Solo Olive Italiane per Expo”, costola della campagna avviata nel 2013 da Symbola e Unaprol, con il sostegno del Mipaaf, per promuovere gli oli extra vergine di oliva di qualità superiore prodotti esclusivamente con olive italiane. In occasione di Expo il progetto si è arricchito di due tasselli: un sito web completamente rinnovato (www.solooliveitaliane.it) che informa e racconta il mondo dell’olio sotto ogni aspetto; la bottiglia Flow, realizzata per Expo, nata dalla collaborazione tra Verallia, terzo produttore di bottiglie e vasi in vetro per uso alimentare, Guala Closures Group, multinazionale italiana dei tappi per alimenti, Frantoi Redoro e Comieco, consorzio nazionale recupero e riciclo imballaggi. «Oggi – ha dichiarato Pietro Sandali, direttore Unaprol – presentiamo la Ferrari dell’olio. Una bottiglia di qualità, nel contenuto e nel contenitore, che esprime il meglio del nostro Paese, dalla produzione agricola, al design, dal rispetto dell’ambiente all’innovazione. E’ il simbolo di questa campagna, ma anche della capacità dell’Italia di esprimere eccellenze quando si lavora insieme». «Ma per arrivare al consumatore – ha concluso Fabio Renzi, segretario generale della fondazione Symbola – serve uno sforzo comune sulla comunicazione. C’è poca consapevolezza di cosa sia l’olio extra vergine, troppo spesso scambiato per commodity e come tale pagato».   Leggi l’articolo completo su Terra e Vita 41/2015 L’Edicola di Terra e Vita


Pubblica un commento