Nei mercati rionali troppi cartelli irregolari

L’annuale indagine del Movimento Difesa dei Consumatori evidenzia, per il 2016, che nei mercati rionali di 8 grandi città italiane solo 3 banchi su 10 sono in regola in materia di etichettatura


mercati

L’annuale indagine del Movimento Difesa dei Consumatori evidenzia, per il 2016, che nei mercati rionali di 8 grandi città italiane solo 3 banchi su 10 sono in regola in materia di etichettatura e inoltre l’indicazione dell’origine è ancora la grande sconosciuta per i consumatori nonostante il loro crescente interesse per questo tipo d’informazione.

L’indagine è stata svolta con la collaborazione delle sedi locali di MDC, che hanno controllato nei mesi di febbraio e marzo 2016 oltre 110 banchi, in 8 città d’Italia: Milano, Siena, Ascoli Piceno, Roma, Avellino, Crotone, Reggio Calabria, Cagliari. Non sono stati presi in considerazione i farmers’ market e i venditori diretti.

Dai risultati dell’indagine emerge che nei mercati rionali, al consumatore non è dato sapere da dove proviene il cibo che sta acquistando. Tanto meno il metodo di produzione del pesce o la categoria della frutta e verdura. Secondo la rilevazione gran parte dei banchi di ortofrutta, prodotti ittici e carne non rispetta le norme in materia di etichettatura.

L’ortofrutta è tra la merce più diffusa nei mercati rionali (vedi dati a fianco): coloro che presentavano contemporaneamente tutte e 4 le diciture obbligatorie sono solo il 34%.

 

….

Leggi l’articolo completo su Terra e Vita 27/2016 L’Edicola di Terra e Vita

 


Pubblica un commento