Il marciume lenticellare esplode in post-raccolta

L’avversità interessa principalmente le mele coltivate in pianura in ambienti umidi


marciume

Il marciume lenticellare delle pomacee è un’importante malattia crittogamica che si manifesta principalmente in post-raccolta. L’avversità interessa principalmente le mele coltivate in pianura in ambienti umidi. Su alcune varietà di mele (Golden delicious, Red delicious, Annurca, Pinova) particolarmente sensibili i danni possono arrivare ad interessare anche il 20% dei frutti conservati. Tuttavia attacchi intensi si manifestano anche su varietà a raccolta autunnale e invernale (Gold Rush e Pink Lady).

L’alterazione è causata da un fungo saprofita, in passato conosciuto come Gloeosporium album, e che oggi viene indicato come Neofabrea alba e, nella sua forma anamorfa, come Phlyctema vagabunda. Il fungo sembra insediarsi generalmente sui tessuti vegetali morti e sui tagli cicatrizzati di potatura dove arriva a formare i corpi fruttiferi portanti i conidi che rappresentano gli organi di diffusione della malattia. Questi vengono dilavati dalla pioggia o dalle gocce di rugiada che si formano in corrispondenza di prolungati periodi nebbiosi e veicolati sulle lenticelle dei frutti presenti in campo.

Leggi l’articolo completo su Terra e Vita 40/2015 L’Edicola di Terra e Vita


Pubblica un commento