Macfrut, Olivero: «Abbattere le barriere non tariffarie»

«Sono fondamentali nuovi accordi con i Paesi importatori» ha detto il viceministro Andrea Olivero inaugurando stamattina la 34a edizione del Macfrut di Rimini in programma fino a venerdì 12 maggio e che chiama a raccolta oltre 1.100 aziende del settore


Piraccini e Olivero

«Con un valore agricolo prodotto di 13 miliardi, il settore ortofrutticolo rappresenta il 28% del valore dell’agricoltura italiana. Ed è in crescita. Ma possiamo fare di più». Così il vice ministro delle Politiche agricole Andrea Olivero (a destra nella foto assieme al patron del Macfrut Renzo Piraccini) inaugurando stamattina la 34a edizione del Macfrut di Rimini.

Per esempio, ha continuato Olivero, «possiamo arrivare uniti a ridisegnare in meglio l’Ocm ortofrutta. Indispensabile anche abbattere le barriere non tariffarie, facendo nuovi accordi con i paesi importatori. Infine dobbiamo garantire i produttori rispetto ai pesanti cambiamenti climatici, lavorando sulle assicurazioni,  e ai repentini a volte drammatici cambiamenti di mercato».

L'ingresso del Macfrut di Rimini edizione 2017

L’ingresso del Macfrut di Rimini edizione 2017

La fiera internazionale dell’ortofrutta, in programma fino a venerdì 12 maggio, chiama a raccolta oltre 1.100 aziende del settore, con un espositore su quattro che arriva dall’estero (circa il 23% del totale), e oltre 1.200 buyer internazionali invitati per l’occasione. Cina Paese Partner, Basilicata regione partner.L’Italia, ha comunicato il Cso in occasione del Macfrut, è tra i primi produttori di ortofrutta al mondo con oltre 10 milioni di tonnellate di frutta all’anno (frutta, agrumi e uva da tavola), gli ortaggi superano i 15 milioni di tonnellate. L’ortofrutta è una componente fondamentale del sistema agroalimentare nazionale: vale 14 miliardi di euro in quanto a produzione lorda vendibile, pari al 25% della plv agricola.

Il comparto ortofrutticolo oggi costituisce la seconda voce dell’export agroalimentare italiano, pari a 4,9 miliardi di euro, in crescita sull’anno precedente +5%, secondo solo al vino che vale 5,6 miliardi. Positivo il saldo commerciale import/export di ortofrutta, che secondo l’Ice è pari a +390 milioni di euro.

Ancora secondo il Cso ogni italiano nel 2016, in media, ha consumato 136 kg di ortofrutta, di cui 75 di frutta e 61 di ortaggi. Dieci anni fa il consumo era maggiore 141 kg a testa: 78 frutta, 64 ortaggi. Negli ultimi due anni positivo è stato positivo il trend di crescita dei consumi domestici: +1,4% nel 2016, +3% nel 2015.

E c’è attesa per il convegno Edagricole, “Il prezzo dei prodotti ortofrutticoli è solo una questione di mercato?”. Nelle relazioni modelli previsionali e case history. Appuntamento in fiera domani 11 maggio alle ore 14.


Pubblica un commento