L’acquirente deve essere “agricoltore attivo”

Trasferimento titoli tra agricoltori e non agricoltori


20170326_122722

Domanda

Sono un dipendente e faccio il tecnico, con una busta paga mensile di  1.100. Un mese fa ho comprato 3 ha di terreno agricolo insieme ai titoli Agea. 

Vorrei sapere nel mio specifico caso se è possibile questo trasferimento e se è indispensabile aprire una partita Iva agricola.

 

Risposta

Il trasferimento dei titoli da un agricoltore ad un altro agricoltore è un’operazione ordinaria e fattibile dal lettore, acquirente di terra e titoli. Il trasferimento deve essere comunicato all’Organismo pagatore competente tramite il Caa, la domanda di trasferimento dei titoli deve essere presentata dall’agricoltore cessionario (ricevente). Il problema potrebbe essere il requisito di “agricoltore attivo”. Al cedente non viene richiesto di essere “agricoltore attivo”, invece il cessionario (acquirente) deve essere in possesso del requisito di “agricoltore attivo”, alla data di presentazione della domanda di trasferimento nel sistema informatico dell’Organismo pagatore competente.

Il lettore quindi può effettuare il trasferimento dei titoli se possiede il requisito di “agricoltore attivo”. Bisogna ricordare che ci sono ben sei fattispecie per la dimostrazione dell’agricoltore attivo (vedi TV n. 2/2016):

  1. pagamenti diretti percepiti nell’anno precedente sotto una certa soglia: € 5.000 per le aziende prevalentemente ubicate in montagna e/o zone svantaggiate;  € 1.250 nelle altre zone;

Leggi la risposta completa di Angelo Frascarelli su Terra e Vita 12/2017 L’Edicola di Terra e Vita


Pubblica un commento