Il Jobs act è operativo

Pubblicati in gazzetta gli ultimi quattro decreti attuativi della legge delega


controlli

Dal 24 settembre scorso sono in vigore i decreti legislativi varati dal Governo a completamento del c.d. Jobs act (pubblicati in G.U. n° 221 del 23/9/2015). I quattro decreti danno attuazione alla legge delega n. 183/2014.

Ammortizzatori sociali

Dlgs. n. 148/2015 recante “Disposizioni per il riordino della normativa in materia di ammortizzatori sociali in costanza di rapporto di lavoro, in attuazione della legge 10 dicembre 2014, n. 183”:

–   norme per assicurare trattamenti di disoccupazione involontaria, tutele uniformi rapportate ai contributi versati dagli stessi, in materia di integrazione salariale, regole per recuperare al lavoro gli espulsi dal mercato del lavoro anche se beneficiari di ammortizzatori sociali;

–   semplificazione delle procedure amministrative attraverso l’incentivazione di strumenti telematici e digitali; in pratica con questa normativa vengono completamente rivisti e riordinati i c.d. ammortizzatori sociali dei diversi settori produttivi; contrariamente al passato per le amministrazioni pubbliche vi è la impossibilità di autorizzare le integrazioni salariali in caso di cessazione definitiva di attività aziendale o di un ramo di essa;

–   modifiche alle regole per l’accesso alla cassa integrazione guadagni, prevista unicamente a seguito di esaurimento delle possibilità contrattuali di riduzione dell’orario di lavoro, eventualmente destinando una parte delle risorse attribuite alla cassa integrazione a favore dei contratti di solidarietà; revisione dei limiti di durata da rapportare al numero massimo di ore ordinarie lavorabili nel periodo di intervento della cassa integrazione guadagni ordinaria e della cassa integrazione guadagni straordinaria, previsti nuovi criteri di individuazione dei meccanismi di incentivazione della rotazione, anche alla luce della necessità di una compartecipazione da parte delle imprese utilizzatrici, i nuovi criteri potrebbero in astratto determinare la riduzione degli oneri contributivi ordinari e rimodulazione degli stessi tra i settori in funzione dell’utilizzo effettivo;

–   riforma dei fondi di solidarietà e contratti di solidarietà. Il settore agricolo è escluso dalle nuove regole per la cassa integrazione ordinaria, salvo che per le cooperative legge n. 240. Per il settore agricolo è ancora applicabile la L. n. 457/72.

Attività ispettiva

Dlgs. n. 149/2015 recante “Disposizioni per la razionalizzazione e la semplificazione dell’attività ispettiva in materia di lavoro e legislazione sociale, in attuazione della L. n. 183/2014”:

–   il decreto ha l’obiettivo di riordinare i contratti di lavoro vigenti e di favorire l’occupazione, e prevede, per rendere più efficiente l’attività ispettiva, di adottare misure di coordinamento tra le amministrazioni anche attraverso l’istituzione di un’Agenzia unica per le ispezioni del lavoro, con l’integrazione in un’unica struttura dei servizi ispettivi del ministero del Lavoro, dell’Inps e Inail, prevedendo strumenti e forme di coordinamento con i servizi ispettivi delle aziende sanitarie locali e delle agenzie regionali per la protezione ambientale (Arpa).

Servizi per il lavoro e politiche attive

Dlgs. n. 150/2015 recante “Disposizioni per il riordino della normativa in materia di servizi per il lavoro e di politiche attive, ai sensi dell’articolo 1, comma 3, della L. n. 183/14”:

–   il decreto ha l’obiettivo di sviluppare le c.d. politiche attive del lavoro su tutto il territorio nazionale attraverso il riordino della normativa in materia di servizi per il lavoro e di politiche attive (in pratica è la riforma del ministero del Lavoro);

–   prevede la razionalizzazione degli incentivi all’assunzione, l’istituzione di un’Agenzia nazionale per l’occupazione partecipata da Stato, regioni e province autonome, vigilata dal ministero del Lavoro; all’Agenzia saranno attribuite competenze gestionali in materia di servizi per l’impiego, politiche attive e ASpI…..

 

Leggi l’articolo completo su Terra e Vita 39/2015 L’Edicola di Terra e Vita


Pubblica un commento