IV gamma, catena del freddo ed etichetta più trasparente

Le nuove regole per produrre e commerciare ortofrutticoli. Cresce la tutela del consumatore grazie ad una serie di indicazioni obbligatorie sulle confezioni


iv gamma

Dal 13 agosto scorso sono in vigore le disposizioni sulla quarta gamma dei prodotti ortofrutticoli (sulla base sia della L. 77/2011 che del Dm. 20 giugno 2014 – G.U. del 12 agosto 2014).

La novità principale riguarda la continuità della catena del freddo per cui ci sarà, infatti, l’obbligo per tutti i produttori e i distributori di garantire una temperatura uniforme inferiore agli 8°C dal momento in cui il prodotto di IV gamma viene confezionato fino a quando viene acquistato dal consumatore finale. Risulta subito evidente il grande vantaggio che deriverà da tale misura per una categoria di prodotti che vede nel mantenimento della catena del freddo l’unico vero conservante a tutela di freschezza e qualità.

In questo senso, i parametri minimi richiesti dalla legge agli stabilimenti produttivi prevedono aree di lavorazione con temperature non superiori a 14 °C, celle frigorifere non superiori a 8 °C e almeno 2 vasche di lavaggio a ricircolo continuo di acqua.

Altro punto fondamentale è quello che riguarda l’informazione al consumatore con l’introduzione di nuove indicazioni obbligatorie in etichetta. Innanzitutto, su ogni prodotto di IV gamma deve comparire in modo chiaro e leggibile la dicitura “prodotto lavato e pronto al consumo/pronto da cuocere”.

Immediata riconoscibilità

L’indicazione – tassativa e non modificabile, salva la sostituzione del termine “prodotto” con una più specifica relativa al contenuto della confezione – mira a rendere immediatamente riconoscibile il prodotto di IV gamma che non necessita di alcuna ulteriore attività ed è subito pronto all’uso, distinguendolo da altre tipologie di ortofrutticoli confezionati che richiedono invece ulteriori fasi di manipolazione prima dell’impiego o del consumo.

La legge si pone l’obiettivo ulteriore di aiutare il consumatore a conservare, e poi utilizzare, correttamente il prodotto una volta acquistato. Per questo è prevista l’indicazione obbligatoria “conservare in frigorifero a temperatura inferiore agli 8°C” che si affianca, per i prodotti che recano la dicitura “prodotto lavato e pronto da cuocere”, alle istruzioni per l’uso, con tempi e temperature di cottura.

 

Leggi l’articolo completo su Terra e Vita 36/2015 L’Edicola di Terra e Vita


Pubblica un commento