Innovazione nella nutrizione del mais

Yara consiglia Amnitra, azoto prontamente assimilabile


www.terraevita.it

Il futuro, anche per la coltivazione del mais, è legato all’ottimizzazione dei fattori di produzione. In quest’ottica non solo la genetica delle aziende sementiere, ma anche la gestione dell’acqua e della nutrizione assumono un aspetto di assoluto rilievo per garantire all’agricoltore il massimo reddito.

Yara, azienda leader mondiale nella nutrizione vegetale, da anni si applica in attività di campo e di laboratorio con l’obiettivo di accrescere la conoscenza della nutrizione del mais attraverso la fertirrigazione.

Fertirrigare il proprio mais significa gestire in modo ottimale e contemporaneo acqua e fertilizzante, riducendone per entrambi gli sprechi ed aumentandone in modo considerevole l’efficacia. Fertirrigare significa minor stress per la pianta, anno dopo anno, in qualunque condizione di terreno o di clima. Meno stress per la pianta significa resa maggiore, minor suscettibilità a malattie fungine e quindi miglior qualità di granella e insilato.

Finalmente il mais non sarà più vincolato all’andamento stagionale ma si potrà stabilizzare ai massimi livelli la produzione sia in annate siccitose che in quelle fredde e piovose, su terreni sciolti così come su quelli pesanti.

Se Fosforo e Potassio, elementi poco mobili nel terreno, possono essere somministrati in pre-semina attraverso un concime NPK della linea YaraMila, come YaraMila SUPERSEMINA, YaraMila UNIVERSAL, YaraMila Frizz o YaraMila DORA discorso ben più complesso riguarda la gestione dell’Azoto, elemento estremamente mobile nel terreno e la cui gestione si ripercuote in modo estremamente significativo sulla resa. Per questa ragione Yara consiglia AMNITRA per la fertirrigazione del mais.

La somministrazione frazionata di AMNITRA attraverso le operazioni di irrigazione con impianto ad ala gocciolante o tramite rotolone, consentono di ridurre il quantitativo di Azoto e di produrre più mais.

In AMNITRA è presente Azoto in una forma immediatamente assimilabile dalla pianta, contiene inoltre Magnesio, un importante precursore del metabolismo fotosintetico e, a differenza di molti concimi azotati, non crea fitotossicità alla radice.

AMNITRA è perfettamente solubile e quindi indicato anche negli impianti più moderni e sofisticati.

Con AMNITRA l’imprenditore agricolo ha la certezza di nutrire il proprio mais con una fonte pura di Azoto, espressamente studiata e testata per massimizzare resa, qualità e salubrità della pianta con la tecnica della fertirrigazione.

La curva di assorbimento dell’ Azoto nel mais (%): è agronomicamente scorretto fornire alla pianta di mais l’Azoto in un unico momento. Come ottimizzare la concimazione?

pag2apregrafico

 

A partire dallo stadio di quinta/sesta foglia la richiesta di Azoto da parte della pianta risulta crescente. È questo il momento in cui iniziare gli interventi, frazionati e continui nel tempo, con AMNITRA, nitrato ammonico ad immediato assorbimento.

In particolar modo a partire dall’emissione del pennacchio e fino alle prime fasi di riempimento delle cariossidi, le esigenze di Azoto del mais restano alte. Per questo motivo in presenza di irrigazione per aspersione o con ala gocciolante è opportuno effettuare la fertirrigazione. AMNITRA, con le sue doti di solubilità e purezza specifiche per questa tecnica, rende possibile frazionare la somministrazione di Azoto (che deve essere in forma nitro ammoniacale) ad ogni irrigazione, garantendo alla pianta un apporto costante e bilanciato di questo nutriente fondamentale.

www.terraevita.it

AMNITRA® 34,2% N

Nitrato Ammonico idrosolubile ad alto titolo per fertirrigazione. Contiene Azoto a pronto effetto e Magnesio con elevati standard di purezza e solubilità.

 

Per informazioni:
YARA ITALIA
www.yara.it


Pubblica un commento