Innovare l’oliveto nella tradizione

La 1a edizione di Nova agricoltura in oliveto il 30 aprile nell’azienda Arsial di Montopoli di Sabina (Rieti)


Innovare

Dalla gestione del suolo e della chioma, alle tecniche di difesa e di potatura più innovative, fino alla raccolta delle olive. Una full immersion nel mondo dell’innovazione in olivicoltura il prossimo 30 aprile a Montopoli di Sabina (Ri).

Si tratta della 1a edizione di “Nova agricoltura in oliveto”, una giornata in campo organizzata da “Edagricole – Olivo e Olio” con il patrocinio della Regione Lazio e dell’Arsial, in collaborazione con l’Assam Marche, con FederUnacoma e con Aigacos, che vedrà la partecipazione di aziende e tecnici interessati ad applicare in campo tecniche innovative ma anche davvero sostenibili per l’ambiente.

 

Obiettivo sostenibilità

Il programma della giornata (vedi box a fianco) prevede numerose prove in campo nella mattinata e un workshop nel pomeriggio sul tema “Sostenibilità in oliveto e sviluppo rurale” al termine del quale verranno premiati i vincitori del 14° Campionato nazionale di potatura dell’olivo.

L’evento si terrà presso l’azienda Agricola sperimentale dell’Arsial a Montopoli (loc. Pontesfondato Villa Caprola – Rieti) che rappresenta un esempio di attività scientifica e tecnica condotta in superfici olivetate nelle quali ricerca e sperimentazione si completa no con la realizzazione di modelli di olivicoltura che nella loro diversificazione di varietà, sesti di impianto, forme di allevamento e altre pratiche agronomiche, forniscono elementi conoscitivi consolidati da una sperimentazione pluriennale da trasferire nella progettazione e nella realizzazione di nuovi oliveti nel territorio laziale.

L’Arsial, realtà di punta della ricerca nazionale di settore «attraverso progetti integrati è sempre stata di supporto per i produttori e per i consumatori valorizzando l’intera filiera olivicola, tutelando e promuovendo il prodotto anche con la creazione di marchi di garanzia» sottolinea Antonio Rosati, amministratore unico di Arsial.

 

Un grande patrimonio

«Le aziende olivicole del Lazio, negli ultimi anni – aggiunge Rosati – hanno avviato un rinnovamento aziendale e produttivo rivolto soprattutto alla qualità. Il nostro è un territorio altamente vocato e l’olio extravergine di oliva rappresenta un’eccellenza regionale, un simbolo importante delle nostre Terre per storia, cultura e sostenibilità. L’Azienda sperimentale dimostrativa di Montopoli possiede un patrimonio olivicolo che rappresenta la più completa collezione presente in tutto il centro Italia: oltre 200 entità genetiche olivicole provenienti dall’Italia e dall’estero. Oltre ad essere un centro d’eccellenza per l’attività di potatura dell’olivo nel Lazio».

 

 Scarica il programma e indicazioni stradali

oliveto

Azienda dimostrativa sperimentale Arsial di Montopoli di Sabina (Rieti) località Ponte sfondato villa caprola

Programma della giornata:
Ore 8.30
Registrazione dei partecipanti al “14° Campionato nazionale di potatura dell’olivo”
Ore 9.30 – 11.15
Finale del “Campionato di potatura”
Ore 11.15 – 13.00
Cantieri su lavorazione del terreno, nutrizione, gestione della chioma, raccolta, valorizzazione residui con finalità energetiche
Ore 13.00
“Merenda del potatore”

Ore 14.30
Workshop “SOSTENIBILITÀ IN OLIVETO E SVILUPPO RURALE”
Saluto sindaco di Montopoli di Sabina

Franco Famiani, Dipartimento di Scienze agrarie, alimentari e ambientali dell’Università di Perugia
“C’è piena consapevolezza dell’importanza della potatura? Soluzioni tecniche per una sua corretta ed economica esecuzione”
Barbara Alfei, Assam – settore olivicoltura “Tutela e valorizzazione della biodiversità olivicola”
Assessorato agricoltura Regione Lazio “Il Psr della regione Lazio e l’olivicoltura”

Modera Dulcinea Bignami – giornalista Edagricole – Terra e Vita

Premiazione dei vincitori del 14° Campionato nazionale di potatura a cura dell’Assessorato regionale all’Agricoltura e di Arsial

Per maggiori informazioni clicca qui

Clicca qui per registrarti


Pubblica un commento