In arrivo 35 milioni per gli allevatori delle zone terremotate

Stanziati anche 340 milioni per il rilancio delle filiere fino al 2020. Via libera definitivo al Dl “terremoto”


allevatori

Approvato definitivamente in Senato il decreto legge cosiddetto “terremoto” nel quale sono contenute importanti misure legate alla gestione dell’emergenza in campo agricolo e agroalimentare e per il rilancio delle filiere delle zone colpite dal sisma. Si tratta di 35 milioni di € per il sostegno al reddito delle imprese nelle zone terremotate e 340 milioni per il rilancio strategico delle filiere.

Nel dettaglio una misura urgente è stata definita per la copertura del mancato reddito delle imprese di allevamento: sono stanziati 35 milioni di € a favore degli allevatori colpiti dal terremoto inserito nel pacchetto zootecnia autorizzato dalla Commissione Ue. In particolare, per quanto riguarda i bovini, viene stabilito un aiuto a capo di circa 400 €, mentre sono in definizione i dettagli tecnici degli aiuti mirati per ovini e suini. Le misure saranno attive da gennaio 2017 e per calcolare gli animali di proprietà di ogni impresa verranno utilizzati i dati al 31 luglio, per non danneggiare chi avesse subito perdite durante i terremoti.

Previsto che le regioni interessate dagli eventi sismici possano disporre di risorse aggiuntive da destinare ad un progetto strategico di rilancio del settore agricolo e agroindustriale che verrà coordinato insieme al Mipaaf. Per le risorse è stabilito che l’intera quota di cofinanziamento regionale del Psr 2014-2020 sia assicurata dallo Stato attraverso le disponibilità del Fondo di rotazione per l’attuazione delle politiche comunitarie. Complessivamente si tratta di 340 milioni di € per gli anni dal 2016 al 2020.


Pubblica un commento