Il grano duro e il farro non sono “diversi”

La diversificazione aziendale per rispettare il greening


grano duro

Domanda

Un agricoltore ha ripartito la superficie a seminativo di 14,93 ha in 10,60 a grano duro e la restante parte a farro.

In tal modo rispetta gli obblighi della diversificazione?

 

Risposta

Il Reg. 1307/2013 (art. 44, par. 4) identifica le colture diverse per rispettare gli obblighi del greening.

Il farro appartiene al genere Triticum, sia che si tratti di Triticum dicoccum, Triticum spelta o Triticum monococcum. Il grano duro e il farro non sono colture diverse, in quanto appartengono entrambe al genere Triticum. Pertanto l’azienda in questione non rispetta la diversificazione aziendale.

 


Pubblica un commento