Frumento bio in rampa di lancio, ma occhio ai funghi

In particolare septoriosi e ruggine, i risultati di un biennio di prove di Horta. Le giuste strategie di protezione incidono sullo sviluppo di filiere biologiche stabili


frumento

Cresce la domanda di biologico e anche l’offerta, ma con un passo diverso. Secondo gli ultimi dati Sinab le superfici coltivate a bio sono arrivate a 1,4 milioni di ettari (erano stabili a 1,2 milioni negli anni 2000). Soffermandoci però sui cereali, l’orientamento alla crescita non è altrettanto evidente.

In 3 anni l’aumento delle superfici per i cereali è risultato infatti solo del 7% (da 210.500 a 226.000 ettari) mentre l’aumento della domanda è stato 5 volte superiore. Questi dati dimostrano che, nonostante la forte crescita del settore, la coltivazione dei cereali (e quindi anche del frumento bio) stenta a decollare in Italia, sebbene le quotazioni siano molto favorevoli e i consumi siano in forte aumento.

Diversi sono i motivi che stanno ostacolando lo sviluppo di una importante filiera italiana del frumento biologico. Tra queste però non c’è sicuramente il prezzo (fig. 1). La marginalità media del prodotto biologico rispetto a quello convenzionale è attualmente molto alta e le varietà di frumento convenzionale attualmente in commercio sono spesso altamente produttive, ma non sempre sono anche rustiche e adatte ad una coltivazione a bassi input (nessuna concimazione minerale e nessun prodotto fitosanitario di sintesi), caratteristica del biologico. É però prassi comune coltivare in biologico con varietà di frumento abitualmente utilizzate in convenzionale, aumentando così il rischio di ottenere minori rese e/o prodotti scadenti dal punto di vista qualitativo (proteine insufficienti, tossine fuori limite, corpi estranei come i semi delle malerbe scarsamente controllate, ecc.).

frumento

Il controllo delle malattie fungine

Per la buona riuscita di una coltivazione biologica è necessario considerare tutti gli strumenti agronomici disponibili al fine di ridurre i danni delle malattie fungine.

 

Leggi l’articolo completo su Terra e Vita 45/2016 L’Edicola di Terra e Vita


Pubblica un commento