Una filiera per il Goji Italiano

In crescita i superfrutti dal grande potere nutraceutico


Goji Italiano

Il workshop sul tema “I superfrutti e il potere nutraceutico: il caso della filiera del Goji Italiano” che si è tenuto il 6 maggio è stato il momento saliente dalla partecipazione della filiera del Goji Italiano, con la Rete di imprese Lykion, alla prima edizione di Fruit & Veg System, il nuovo appuntamento fieristico del settore ortofrutticolo. L’incontro ha visto gli interventi di Marco Magheri, esperto di comunicazione della salute e agroalimentare della Fondazione Veronesi, di Guglielmo Buonamici, esperto di “functional food” e consulente Cnr di Pisa, e di Rosario Previtera, agronomo, presidente della Rete di imprese Lykion per la filiera del Goji Italiano.

«L’innovazione in agricoltura – commenta Previtera – punta in misura sempre maggiore su nuove produzioni dalla elevata valenza nutraceutica e salutistica oltre che dal notevole valore economico; sotto questo profilo, la filiera multiregionale del Goji Italiano biologico costituisce una storia di successo: la domanda crescente di frutti antiossidanti come le bacche di Goji si è infatti trasformata in una grande opportunità per i piccoli produttori italiani, grazie anche alle sorprendenti attitudini mediterranee del Lycium barbarum, antica pianta di origine orientale».

E dopo il successo riscontrato ad Agrifood (in occasione della quale è stato attribuito il premio Agrifood-Golosario 2016 all’originale “Confettura extra di Goji Italiano bio e Zucca gialla”) e a seguito della partecipazione alla rassegna veronese, la filiera del Goji Italiano ha partecipato anche al Cibus di Parma. La filiera riunisce decine di agricoltori in varie Regioni del Sud Italia e conta più di 15 ettari, costituendo l’impianto diffuso di Goji biologico (Lycium barbarum) più vasto d’Europa. Dal mese di maggio sono disponibili le bacche fresche biologiche italiane e la Confettura extra di Goji Italiano bio e Zucca gialla.

Per informazioni:
GOJI ITALIANO
www.gojiitaliano.com

 


Pubblica un commento