Expo Forum Agriest Land 2016 alla Fiera di Udine dal 21 al 24 gennaio

Presentata in Regione la mostra-convegno che declinerà la 51a edizione della storica rassegna agricola su territorio, clima, risorse e ambiente in Friuli-Venezia Giulia


agriest

È il mese di AGRIEST, è l’anno (pari) a cui tocca al Focus specialistico Land presentare l’agricoltura sotto forma di progetti, piani, prospettive, strumenti, misure che mettono direttamente e necessariamente in relazione il settore primario con il territorio, l’ambiente, i cambiamenti climatici, l’alimentazione e il modo di vivere di tutti noi. Quella del 2016 (dopo lo start up nel 2014 per il Focus Land) è l’edizione con cui AGRIEST – giunta al rispettabile traguardo dei 51 anni – porta in Fiera l’agricoltura in una versione meno “ingombrante” rispetto a quella presentata negli anni dispari del Focus Tech dedicato ai grandi macchinari, alle attrezzature, alla meccanica agricola, ma altrettanto importante per il “peso specifico” degli argomenti trattati, per la visione obbligatoriamente proiettata al futuro di un settore centrale e strategico anche per i giovani, per le nuove professioni e per i risvolti occupazionali.

Non è un caso se l’agricoltura viene chiamata “settore primario” perché, fatte salve le ragioni storiche, è la base su cui l’economia cresce e si rafforza senza perseguire solo il profitto (e questa è una delle grandi sfide) e senza tralasciare un nuovo modo di vivere, di lavorare, di alimentarsi, di trovare quella insostituibile connessione tra uomo e ambiente, basata sulla conoscenza, sul rispetto e sulla consapevolezza di equilibri importantissimi e allo stesso tempo fragilissimi.

Nella presentazione alla stampa di oggi (giovedì 14 gennaio) la Fiera ha voluto non solo ribadire l’importanza che ha sempre riservato all’agricoltura attraverso una manifestazione di riferimento come AGRIEST, ma ha inteso essere interprete del profilo più attuale e di quello in divenire dell’agricoltura collaborando con un “Partner” di primo livello come la Regione Friuli-Venezia Giulia che oltre ad ospitare nella propria sede di via Sabbadini i lavori della conferenza stampa, dal 21 al 24 gennaio sarà fortemente presente in Fiera con uno stand-padiglione e con una serie di convegni ed iniziative il cui epicentro sarà la presentazione, sotto forma di “question time”, del Piano di Sviluppo Rurale PSR 2014-2020, strumento chiave per coltivare un futuro sostenibile.

A rimarcare che AGRIEST 2016 sarà una fiera davvero interessante non solo per gli addetti ai lavori e che l’agricoltura ha evidenti riflessi sull’economia e sulla società, sono intervenuti Cristiano Shaurli, Assessore regionale alle Risorse Agricole e Forestali; Luisa De Marco, Presidente Udine e Gorizia Fiere; Serena Cutrano, Autorità di Gestione del PSR 2014-2020 della Regione F.V.G., Paolo Stefanelli, Direttore dell’ERSA F.V.G.; Francesco Marangon, Dipartimento di Scienze Economiche e Statistiche dell’Università di Udine e coordinatore del Comitato-Guida tra Fiera-Università-Regione per parte della convegnistica; Lorenzo Kasperkovitz, vice Direttore della Federazione Banche di Credito Cooperativo che storicamente è lo sponsor bancario di AGRIEST. Nel 2015 le BCC hanno registrato un + 45% delle erogazioni a sostegno del comparto e questo significa il peso di un settore che, anche attraverso lo sviluppo della Piccole Produzioni Locali (PPL) promosse e tutelate dal marchio AQUA dell’ERSA, risponde alle varie esigenze di un’azienda agricola.

Ancora una volta un lavoro di squadra per portare avanti quel progetto di rinnovamento della rassegna agricola che ha avuto la sua prima fase attuativa nel gennaio 2013 con il Focus tematico Tech mettendo in luce i comparti della meccanizzazione e della produzione per lasciare al Land il confronto, la discussione e l’approfondimento su:

 

  • Tutela dell’ambiente
  • Monitoraggio cambiamenti climatici
  • Gestione del territorio
  • Energie rinnovabili e alternative
  • Salvaguardia e gestione delle acque
  • Pianificazione faunistico – venatoria
  • Parchi, foreste, aree montane, marine e lagunari
  • Agriturismi e presidi delle zone rurali
  • Tecnologie, attrezzature e servizi collegati

 

Circa 80 gli espositori che saranno presenti in Fiera, oltre 30 gli appuntamenti in programma tra convegni, seminari, incontri tecnici, presentazioni e attività info-didattiche. Più di 100 i relatori che porteranno contributi e testimonianze: oltre alle autorità regionali, ad AGRIEST interverranno anche (21 e 22 gennaio) Paolo De Castro, Europarlamentare, membro della Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale e (22 gennaio) Isabella De Monte, Europarlamentare e membro della Commissione Trasporti e Turismo.

Il programma convegni spazia dal nuovo PSR 2014-2020 al Business Plan per le aziende agricole e forestali; dall’utilizzo del suolo e rese produttive ai sistemi di pagamento dei servizi ecosistemici ed ambientali (PES); dall’alpicoltura allo Charmat e Metodo Classico del Vigneto Friuli; dalla gestione del suole e tecniche di agricoltura conservativa allo sviluppo e alla promozione in Natura 2000 e nelle rete ecologica regionale del paesaggio rurale e delle aree naturali protette. E ancora: futuro della caccia in F.V.G. tra attività agricola e conservazione ambientale; agricoltura giovane per i giovani come priorità del PSR 2014-2020 nella Misura 6.1; Piano Nazionale sull’uso dei fitofarmaci per un utilizzo sostenibile dei prodotti sanitari; nuove tecniche di miglioramento genetico per un’agricoltura sostenibile; economia dell’agricoltura biologica; cambiamento climatico e irrigazione in F.V.G.; analisi dei dati agrometereologici e gestione agronomica; gestione e conservazione della lepre in F.V.G.; apicoltura, biodiversità coltivata e naturale; selvicoltura naturalistica per capire come gestire una foresta con principi prossimi alla natura; fattorie didattiche e sociali e multifunzionalità dell’azienda agricola; piccole produzioni locali.

AGRIEST Land si avvicinerà anche ad un pubblico più vasto ed eterogeno (pensiamo alle famiglie e ai più piccoli) attraverso l’esposizione di animali da cortile e l’iniziativa “ScopriNatura” curata dal Corpo Forestale Regionale nella giornata di domenica 24 gennaio. Si tratta di una serie di appuntamenti per grandi, ma soprattutto per i bambini per scoprire alcuni aspetti del mondo naturale del Friuli-Venezia Giulia con semplici, coinvolgenti e divertenti giochi di Pedagogia forestale e di Educazione alla terra per trasformarsi in qualche animale o per comprendere gli alberi e le reti alimentari del bosco.

 

Orario di apertura al pubblico giovedì dalle 14.30 alle 18.30; venerdì, sabato e domenica dalle ore 9.30 alle 18.30.

Maggiori info e tutto il programma convegni su www.agriest.it


Pubblica un commento