Un euro per la rinascita dopo il terremoto

Per ogni chilogrammo di formaggio venduto negli spacci aziendali dei caseifici del Parmigiano Reggiano fino al 31 dicembre 2016 un euro sarà destinato ai paesi colpiti dal terremoto


www.terraevita.it/

Il Consorzio e i caseifici del Parmigiano Reggiano si mobilitano a favore delle popolazioni dell’Italia centrale colpite dal terremoto del 24 agosto.

Dopo l’immediato invio di prodotto da utilizzare nelle mense allestite dalla Protezione Civile, numerosi caseifici, infatti, hanno già aderito alla proposta dell’Ente di tutela di destinare ai terremotati un euro per ogni chilogrammo di Parmigiano Reggiano venduto negli spacci aziendali.

L’intervento, denominato “Un euro per rinascere”, si protrarrà fino al 31 dicembre prossimo e, seppure con una diversa destinazione, replica l’operazione che nel 2012 consentì di raccogliere centinaia di miglia di euro a favore dei caseifici dell’Emilia e del mantovano colpiti dal doppio sisma del 20 e 29 maggio.

«Siamo vicini nel dolore e nella solidarietà – sottolinea il presidente del Consorzio del Parmigiano Reggiano, Alessandro Bezzi – alle popolazioni del Centro Italia drammaticamente colpite dal terremoto. Pensando alle vittime, alle loro famiglie, alle tragedie personali e collettive, ci sentono colpiti come quattro anni fa, quando il sisma devastò tanta parte del nostro territorio e tanti caseifici (37, con danni economici per oltre 100 milioni di euro) spezzando vite, distruggendo case e storie di lavoro».

Il Consorzio ha già aperto anche un conto corrente sul quale tutti i caseifici possono effettuare versamenti a favore delle popolazioni colpite dal terremoto, mentre l’operazione “Un euro per rinascere” partirà all’inizio della prossima settimana, quando i caseifici aderenti riceveranno gli appositi bollini da applicare sul prodotto confezionato e venduto proprio per i fini solidali.

 


Pubblica un commento