Eridania ha sospeso la campagna bieticolo saccarifera

A causa della scarsità delle offerte ricevute, la superficie coltivabile nel bacino dello zuccherificio di San Quirico (Pr) è risultata addirittura inferiore a quella già insufficiente dell’anno precedente


Eridania

A seguito della riunione tenutasi con le Associazioni Bieticole, così come previsto dal vigente accordo interprofessionale, sono state analizzate le offerte di coltivazione presentate dai bieticoltori per le semine 2016 nel bacino dello zuccherificio di San Quirico (Pr). A causa della scarsità delle offerte ricevute, la superficie coltivabile è risultata addirittura inferiore a quella già insufficiente dell’anno precedente. Tenuto anche conto del perdurante basso livello del prezzo dello zucchero, per Eridania Sadam si rende inevitabile la sospensione della campagna bieticolo saccarifera 2016. Anche la campagna 2015 si è chiusa con risultati insoddisfacenti per i medesimi motivi: basso prezzo di mercato dello zucchero e scarsa superficie effettivamente seminata, pari a circa il 50% dei 13.000 ettari originariamente previsti. Eridania Sadam precisa che la conservazione dell’intero apparato tecnico-impiantistico e organizzativo per la trasformazione dello zucchero nell’impianto di San Quirico (Pr) viene comunque garantita per consentire un’eventuale ripresa dell’attività nel prossimo anno. L’ampia disponibilità di zucchero in rimanenza assicura comunque il regolare approvvigionamento al mercato attraverso la controllata Eridania Italia.

 


Pubblica un commento