Come rispettare EFA e diversificazione colturale

Il caso di un’azienda pugliese che diversifica con grano duro, favino da sovescio e maggese


diversificazione

Ho un’azienda di 100 ha in Puglia, la mia diversificazione è la seguente:

– ha 70 grano duro;

– ha 20 favino da sovescio;

– ha 10 maggese.

Quali sono le matrici da inserire per la coltura da sovescio e la maggese nuda?

Quante e quali lavorazioni posso eseguire nella maggese per evitare le infestanti?

 

La combinazione colturale, indicata dal lettore, consente il rispetto sia della diversificazione che delle EFA.

Ai fini della diversificazione, la coltura principale non supera il 75% della superficie a seminativo e le due colture principali non superano il 95%.

La presenza del favino e del maggese garantisce ampiamente il rispetto del 5% di EFA.

Le matrici da utilizzare per il sovescio…

Vedi l’articolo pubblicato su Terra e Vita n. 23/2015 L’Edicola di Terra e Vita


Pubblica un commento