È “giovane agricoltore” se almeno un socio ha i requisiti

Il caso di una società agricola


www.terraevita.it/

Domanda

Per accedere alla riserva nazionale come “Giovane agricoltore” o “Nuovo agricoltore” occorre essere “Agricoltore attivo”. Se un dipendente di azienda privata con età inferiore ai 40 anni, con contratto a tempo indeterminato, tempo pieno, vuole vedersi riconoscere la qualifica di “agricoltore attivo” ai fini domanda unica 2017, quindi avere la possibilità di accedere alla riserva nazionale 2017 con la clausola “A – giovane agricoltore”, gli basterà creare una società semplice agricola?

Nel senso, se crea una società semplice agricola con altro agricoltore attivo (che ha già in possesso titoli Pac in un’altra ditta individuale), gli verrà riconosciuta la qualifica di “agricoltore attivo”?

La società semplice appena creata non avrà nessun titolo e si vedrà riconosciuta la clausola “giovane agricoltore” anche se uno dei due soci non lo è?

Gli verranno assegnati titoli da riserva nazionale 2017 di valore media nazionale?

Sicuramente dal punto di vista Inps non avrà contributi come coltivatore diretto o Iap essendo dipendente di azienda privata, ma la società semplice agricola è nuova, senza titoli e operante solo ed esclusivamente in agricoltura.

 

Risposta

Il lettore pone il quesito sui requisiti che deve avere una società semplice per accedere alla riserva nazionale come “giovane agricoltore”.

Il “giovane agricoltore” può accedere alla riserva nazionale se possiede due requisiti:

a) si insedia per la prima volta in un’azienda agricola o che sia già insediata in un’azienda agricola nei cinque anni;

b) non ha più di 40 anni, compiuti nell’anno di presentazione della domanda.

I 40 anni si considerano compiuti……

Leggi la risposta completa di Angelo Frascarelli su Terra e Vita 10/2017 L’Edicola di Terra e Vita


Pubblica un commento