Concimazione estiva, istruzioni per l’uso

Interventi per frutticole e pomodoro da industria


www.terraevita.it

In questa stagione le arboree hanno superato da un tempo più o meno lungo la fioritura e avviato la fase di ingrossamento frutto.

A seconda delle caratteristiche delle specie frutticole e della fase di sviluppo dei frutti sono diversi gli interventi fertilizzanti consigliati per una concimazione ottimale.

Actinidia, l’ultima a fiorire

Le specie A. deliciosa e A. chinensis sono fra le ultime frutticole a fiorire, per cui siamo nella fase di post-fioritura – ingrossamento frutto. In questo periodo si effettuano interventi fertilizzanti prevalentemente azotati, sotto forma di nitrato ammonico o nitrato di calcio, oppure distribuzione di concimi specifici NPK con prevalente azoto. Con una carica produttiva normale si devono apportare da oggi a tutto il mese di luglio da 60 a 80 unità di azoto.

Nella coltura si provvede anche alla somministrazione di chelati di ferro radicali, soprattutto nei terreni a pH sub alcalino e con un tenore rilevante in calcare attivo, entrambi fattori predisponenti per la clorosi ferrica. Si possono distribuire da 20 a 40 kg/ha di chelato di ferro Eddha, preferibilmente frazionati in più interventi.

 

Leggi l’articolo completo su TerraeVita 24/2015 L’Edicola di Terra e Vita

 


Pubblica un commento