Collegato agricolo al rush finale

La Camera ha approvato il disegno di legge. La palla torna ora al Senato. Dalle reti d’impresa alla semplificazione al ricambio generazionale fino ai rifiuti e alle biomasse


agricolo

Originato dalla Legge di Stabilità del governo Letta per l’anno 2014 e presentato formalmente il 21 febbraio dello stesso anno, il cosiddetto “ collegato agricolo ” (deleghe al Governo e disposizioni per la semplificazione e la competitività dei settori agricolo, agroalimentare, della pesca e dell’acquacultura), dopo una prima lettura al Senato il 13 maggio 2015, sembra ora in dirittura d’arrivo.

Infatti, nella seduta del 18 febbraio scorso, la Camera ha approvato il disegno di Legge, ma con modificazioni, cosicché il provvedimento dovrà ora tornare all’esame del Senato.

Tante e diverse le disposizioni previste, con il plauso delle organizzazioni professionali, che auspicano una veloce approvazione definitiva. Ecco i contenuti principali.

Prelazione agli Iap

Viene attribuito il diritto di esercizio della prelazione a favore dello Iap iscritto nella previdenza agricola e proprietario di terreni confinanti con i fondi offerti in vendita, purché sugli stessi non siano insediati mezzadri, coloni, affittuari, compartecipanti o enfiteuti coltivatori diretti.

Sempre in materia di prelazione è previsto che le articolazioni provinciali delle organizzazioni professionali agricole possano consultare l’elenco delle indennità e dei dati personali degli aventi diritto alle (somme depositate da oltre dieci anni nel caso in cui non risultino pendenti azioni giudiziarie).

Passaporto bovini

Importante è la prevista esenzione dall’obbligo di accompagnamento del passaporto per i bovini commercializzati all’interno del territorio nazionale.

Tracciabilità delle biomasse

I costi delle attività di controllo legate alla tracciabilità delle biomasse per la produzione di energia elettrica verrà imputato ai destinatari degli incentivi (quindi in capo agli agricoltori), con conseguente attribuzione delle entrate al Mipaf. Questo dovrebbe velocizzare i tempi di controllo e di rilascio dei Certificati Verdi.

Servitù coattiva per gasdotti

Viene introdotta una servitù coattiva a carico dei proprietari di strade private, per consentire il passaggio di tubazioni per l’allacciamento alla rete del gas di utenze domestiche o aziendali, compresa l’installazione di contatori, e per la trasmissione di energia geotermica: l’autorizzazione verrà rilasciata con ordinanza del sindaco.

Ricambio generazionale

Il governo dovrà emanare un decreto legislativo che prevede e disciplini il ricambio generazione attraverso forme di affiancamento tra agricoltori con età superiore a 65 anni o pensionati, e giovani non proprietari di terreni agricoli, di età compresa tra i 18 e i 40 anni, anche organizzati in forma associata. L’affiancamento dovrà concludersi con il passaggio della gestione dell’attività d’impresa agricola ai giovani.

Trasformazione  del pomodoro

Ben 8 articoli del disegno di legge sono dedicati ai prodotti derivati dalla trasformazione del pomodoro: la definizione dei prodotti, l’etichettatura, il confezionamento, nonché la revisione del regime sanzionatorio, per adeguare le norme ai cambiamenti dovuti alla cessazione del pagamento del “premio europeo accoppiato”, che veniva erogato se il produttore rispettava determinati requisiti qualitativi oggi non più vigenti.

 

 

Leggi l’articolo completo su Terra e Vita 08/2016 L’Edicola di Terra e Vita


Pubblica un commento