Cereali. Prezzi nazionali e mondiali (4 – 10 dicembre)

Frumento tenero. Frumento duro. Mais. Cereali foraggeri e oleaginose


www.terraevita.it

Frumento tenero  

freccia_uguale ITALIA

il momento di pesantezza del mercato si conferma, stante un panorama commerciale estremamente calmo che suggerisce ai molini acquisti all’ultimo istante con graduale utilizzo delle scorte. Con prospettive di prezzo che sul breve-medio periodo dovrebbero restare stabili, le borse merci quotano “invariato” per tutte le classi merceologiche. I misti rossi (nostrani e comunitari) sono offerti attorno ai 190 arrivo, con i grani di forza (tipo Bologna) che spuntano sempre un premio di 35-40 €/t ma cominciano a subire la pressione delle origini comunitarie ed estere. Gli “spring” nordamericani stabili ma vulnerabili all’evoluzione del cambio del dollaro.

Frumento duro

Graf_Duro

Freccia_Rossa ITALIA

nel mercato si combinano sentimenti depressivi con la domanda poco interessata a coprirsi in presenza di buona offerta di prodotto da “origine opzionale” che di fatto calmiera sia il mercato locale che (per effetto domino) quello comunitario ed estero. I molini, da settimane, non premono e senza fatica coprono il fabbisogno sul “pronto” a completamento degli acquisti di copertura fatti nei mesi passati. L’aumento delle semine al Nord è ulteriormente depressivo sulle quotazioni che da Sud (-2 €/t) al Nord (-3 €/t) cedono nuovamente terreno. Il Fino arrivo a Milano si conferma sui 288-290 €/t mentre Bologna e Foggia cedono rispettivamente a 276 €/t e 283 €/t (-1); comunitari ed esteri vivono un periodo di debolezza e scarsa richiesta.

Mais

www.terraevita.it

Freccia_Rossa ITALIA

cedono le quotazioni sulle piazze internazionali e l’influsso arriva anche sulle nostre mercuriali ove permane un eccesso di offerta a fronte di una domanda sotto pressione dal calo dei consumi zootecnici ed in gran parte coperta fino a metà del 2016. Scambi a rilento e ampia disponibilità di prodotto nei magazzini (interni e portuali) impongono cali da 1 a 3 €/t sulle piazze di Bologna e Milano ove si quota il “generico” arrivo sui 170 €/t ed il nostrano con caratteristiche a premo di 10-12 €/t; il comunitario arrivo vale sui 183-187 €/t e l’estero sui 185-190 €/t.

Cereali foraggeri e oleaginose

www.terraevita.it

freccia_uguale ITALIA

Cereali Foraggieri: la stasi dei teneri e la debolezza del mais consolidano il sentimento di un mercato “occasionale” con limitati scambi e costante presenza di ampia offerta di prodotto locale e comunitario. Confermate le quotazioni dell’orzo a Milano e Bologna a 180-185 €/t; stabili anche i teneri arrivo a 185-187 €/t ed il sorgo bianco sui 175-178 €/t partenza. Oleaginose: la soia sconta le positive notizie USDA ed un cambio €/$ in rafforzamento; cali su Bologna (-3 €/t) per un prezzo della nazionale arrivo sui 350 €/t che impatta il valore dell’estera “partenza”.

 

Il commento completo sui prezzi europei e mondiali su Terra e Vita 49-50/2015 L’Edicola di Terra e Vita


Pubblica un commento