Cereali. Prezzi nazionali e mondiali (3 – 9 giugno)

Frumento tenero. Frumento duro. Mais. Cereali foraggeri e oleaginose


prezzi

Frumento tenero   

freccia_uguale ITALIA

il mercato entra nella fase prossima all’inizio trebbiatura e le mercuriali mantengono quotazioni nominali o le sospendono. Tuttavia la situazione peggiora con il passare delle .. “perturbazioni” che affliggono l’Italia (e non solo) con potenziale danno alla qualità dei raccolti. A compensare in parte la situazione di ampia disponibilità mondiale, ma il rischio di una ripresa delle quotazioni per la “qualità” cresce soprattutto per l’attuale basso livello delle quotazioni. A Bologna prezzi pressoché congelati, con i grani di forza nostrani sui 189 €/t partenza, i bianchi sui 171 €/t ed i misti rossi a 172 €/t; Milano vede al rialzo i comunitari di 3-4 €/t.

Frumento duro

prezzi

freccia_uguale ITALIA

il permanere di condizioni climatiche fresco-umide ritarda la raccolta e si materializza sul prontissimo una carenza di prodotto nazionale per quei molini che non hanno scelto di fumigare gli impianti ad inizio Giugno. Prospettive incerte e molto correlate ai (possibili) danni che le piogge e le basse temperature possono arrecare; anche sul fronte dei rimpiazzi comunitari ed esteri c’è più resistenza da parte dei venditori e poca volontà a garantire la “qualità”. In attesa di vedere in “laboratorio” il nuovo raccolto le quotazioni si consolidano nominalmente ai livelli della scorsa settimana al Nord, con il Centro-Sud cautelativamente “non quotato”.

Mais

prezzi

Freccia_Verde ITALIA

sul breve c’è il concomitante supporto di scarsa disponibilità di prodotto nazionale ed il continuo rafforzamento dei prezzi mondiali dopati dalle notizie dalle Americhe. I valori di 170 €/t sono lontani e oggi si quota sui 200 €/t (+10-15 in sette giorni); il rimbalzo dei prezzi “ogni origine” è umorale ma potrebbe durare settimane o mesi, con l’aggravante del calo delle superfici Italia e del clima avverso (rischio di grandine. Anomalia il fatto che il mais costi più dei cereali a paglia, ma al momento è un problema dei venditori (scoperti) non dei mangimisti che hanno prezzi “finiti”.

Cereali foraggeri e oleaginose

prezzi

Freccia_Verde ITALIA

Cereali Foraggieri: primissimi tagli di orzo e mercato dei cereali minori che entra nel salto di campagna. L’orzo nazionale non è quotato mentre l’estero vale un 172 €/t arrivo; il sorgo quota l’estero sui 190 €/t arrivo per dare un segnale di come potrebbe aprire il nazionale. I teneri arrivo sui 175 €/t (+3). Oleaginose: la speculazione regna sui mercati internazionali delle oleaginose. A livello nazionale si registra il riallineamento della soia tra Bologna (+25) e Milano (+7) con un prezzo arrivo di 420 €/t; la nazionale a Milano è nominale sui 399 €/t (+4) arrivo.

 

 

Il commento completo sui prezzi europei e mondiali su Terra e Vita 24/2016 L’Edicola di Terra e Vita


Pubblica un commento