Cereali. Prezzi nazionali e mondiali (22 – 28 luglio)

Frumento tenero. Frumento duro. Mais. Cereali foraggeri e oleaginose


prezzi

Frumento tenero   

freccia_uguale ITALIA

sulle piazze si guarda con attenzione ai progressi di raccolta in Centro-Est Europa per completare il quadro produttivo e la disponibilità (per singola categoria) dei prossimi mesi. La domanda di prodotto (farine) è leggermente inferiore alla media del periodo e alla luce dell’ampia disponibilità e dei bassi prezzi gli scambi procedono a rilento. I misti rossi si scambiano appena sopra i 155 €/t partenza con i “bianchi” a premio di un 7-8 €/t ed i grani di forza “tipo Bologna” che valgono un 180-183 partenza. Non quotati i comunitari e stabili gli “spring” sui 243 €/t arrivo.

Frumento duro

prezzi

Freccia_Rossa ITALIA

lo scenario si delinea con la creazione di una quarta classe del “Fino 13% di proteina” in aggiunta alle tre convenzionali a sottolineare che per la campagna 2016-17 sarà questo parametro a fare la differenza. Molini all’acquisto con l’offerta che preme per collocare i mercantili ed i Fini basso-proteici: l’effetto è una costante debolezza dei prezzi. Ricercati e poco offerti i proteici nazionali con le origini comunitarie ed estere a sopperire necessariamente alla carenza qualitative Italiana. Il Fino 13% proteina saldamente sui 207-210 €/t (inv) con il Fino 12% proteina a sconto di 10-15 €/t (-5) ed i mercantili sui 170-180 €/t arrivo (base tenore proteico).

Mais

prezzi

freccia_uguale ITALIA

in attesa delle conferme dai campi e sempre sotto pressione da parte dei teneri, il mais si stabilizza nelle quotazioni anche per la stima di una produzione che non dovrebbe presentare problemi di rilievo. La domanda è condizionata dal difficile momento del settore zootecnico e dalle coperture già fatte e l’offerta di merce nazionale langue. Bologna quota invariato con lieve assestamento al ribasso (-1 €/t) su Milano per un prezzo arrivo di del “normale” a 185-187 €/t in linea con le alternative comunitarie ed estere.

Cereali foraggeri e oleaginose

prezzi

Freccia_Rossa ITALIA

Cereali Foraggieri: clima di generale stabilità sui valori della scorsa settimana con limitata domanda ed eccesso di offerta che però non incide sui prezzi. L’orzo pesante reso Bologna si conferma sui 145-150 €/t ed i teneri foraggeri valgono sui 155 €/t (inv) con premio proteina fino a 168 €/t; sorgo NQ. Oleaginose: continuano i sensibili cali del prezzo della soia con il rientro delle tensioni ed le buone notizie dalle Americhe. Il raccolto nostrano di soia procede nella media e le quotazioni calano di ulteriori 10 €/t per un prezzo partenza di 370 €/t (-10); estera arrivo a 380 €/t (-10).

 

 

Il commento completo sui prezzi europei e mondiali su Terra e Vita 33-34/2016 L’Edicola di Terra e Vita

prezzi



Pubblica un commento