Cereali. Prezzi nazionali e mondiali (17 – 23 giugno)

Frumento tenero. Frumento duro. Mais. Cereali foraggeri e oleaginose


prezzi

Frumento tenero   

freccia_uguale ITALIA

mercato che osserva l’inizio della raccolta per scongiurare o meno i dubbi “qualitativi” dovuti al recente clima incerto. In attesa dei responsi della trebbia gli operatori si sono bloccati anche per i possibili riflessi (rialzisti) post votazione UK. In ogni caso sulle piazze Italiane regna il “non quotato” oggi più che mai dovuto alle molteplici incertezze: qualità Italia, euro-dollaro, raccolti Europei e Mar Nero da verificare. I molini si tengono ben strette le coperture e cercano di allungarle, ma l’offerta locale è ovviamente attendista alla pari di quella comunitaria ed estera (di rivendita); meno improbabile il rischio inversione di tendenza.

Frumento duro

prezzi

Freccia_Rossa ITALIA

le notizie che giungono dalla raccolta al Sud confermano un’annata con buone rese e qualità merceologica in linea con la media salvo per il tenore proteico inferiore al 2015. L’offerta torna a premere ma i molini sono solo in parte interessati stante una situazione di mercato eccedentaria e che ben si combina con le scorte e recenti acquisti di prodotto “proteico” in loro possesso. Al Centro Nord la partita resta aperta, ma da test in campo sembrerebbe azzerarsi il rischio vomitossina, con qualche aree (allettata) che dovrebbe produrre (t/ha) meno del previsto. Bologna e Milano non quotano, Foggia vede il Fino a 205-210 €/t (-10) a sconto i mercantili.

Mais

prezzi

Freccia_Rossa ITALIA

i progressi colturali sono positivi e di colpo si sgonfia il supporto indiretto ai prezzi dal “weather market” mondiale; l’effetto sulle nostre piazze è quello di Parigi e Chicago: cali sensibili sul pronto e sul medio termine. Gli scambi sono al lumicino ed il settore mangimistico resta attendista, avendo superato il momento di crisi utilizzando (oggi) le coperture fatte a fine 2015. Prodotto nazionale inesistente ma su Milano (-1 €/t) e su Bologna (-10 €/t) le prospettive di prezzo tornano “all’antico” sotto i 200 €/t reso; il rimpiazzo comunitario/estero a premio di 3-4 €/t.

Cereali foraggeri e oleaginose

prezzi

Freccia_Rossa ITALIA

Cereali Foraggieri: arriva l’orzo e la qualità non sembra deteriorata dalle ultime piogge; a Bologna apre un 10 €/t sotto rispetto ai primi di Giugno; i teneri nostrani “non” sarebbero per uso mangimistico ed il mercato lo fanno i comunitari e gli esteri. Con il rientro della “bolla” del mais le prospettive 2016-17 tornano di calma. Oleaginose: scema la tensione e la speculazione sui mercati internazionali ed anche sulle nostre borse s’inverte la tendenza. Cede la soia nazionale sotto i 400 partenza (-10 €/t), ma anche la colza (-5 €/t), con la soia estera arrivo 405 €/t (-15).

 

Il commento completo sui prezzi europei e mondiali su Terra e Vita 26/2016 L’Edicola di Terra e Vita

 

banner-osag


Pubblica un commento