Cereali. Prezzi nazionali e mondiali a confronto (dal 11 al 17 settembre 2015)

Frumento tenero. Frumento duro. Mais. Cereali foraggeri e oleaginose


prezzi

Frumento tenero  

Freccia_Rossa ITALIA

con l’avvicinarsi dei raccolti maidicoli europei aumenta la pressione sulle nostre piazze ove si somma l’offerta locale e quella comunitaria. Domanda che resta poco presente ed offerta che spesso eccede le richieste per una situazione tendenzialmente di debolezza ma stabile sulle piazze di Milano e Bologna. Le quotazioni al Nord delle prime tre classi sono invariate tranne un aggiustamento di meno 2 €/t sull’Ager per i “bianchi”. Il “tipo Bologna” si conferma 224 €/t partenza, i “bianchi” a 188 ed i misti rossi sempre sotto i 180; immutati i prezzi dei comunitari “milling” sui 184 €/t arrivo mentre calano gli “spring” esteri a 260 €/t (-5) arrivo.

Frumento duro

www.terraevita.it

freccia_uguale ITALIA

settimana di consolidamento su tutte le piazze italiane che confermano i prezzi. Il livello di scambio si mantiene ridotto ed improntato al completamento dei fabbisogni con l’offerta disponibile a dare continuità di fornitura e la domanda che attende i responsi finali dal Nord America prima di definire le strategie (volumi e qualità/prezzo) d’acquisto. I “tipo Fino” con buon livello proteico mantengono le posizioni, mentre le partite con proteina medio-bassa denunciano meno richiesta (salvo applicare sconto). I venditori del Centro-Nord mostrano più volontà di offrire ma sostanzialmente il mercato è lo stesso dei primi di Settembre per valori partenza di 300 €/t partenza Nord e 290 €/t partenza Centro-Sud.

Mais

www.terraevita.it

Freccia_Verde ITALIA

anche quest’anno la trebbiatura sconfessa le attese e fatta salva la conferma di basse rese/ha, si materializza il problema della Aflatossine la cui entità dovrà essere attentamente valutata al fine di ridefinire la tendenza di un mercato tuttora condizionato dalla pressione dell’offerta comunitaria ed estera. Sulle piazze del Nord si è registrata l’inversione di tendenza che tuttavia è ridotta dall’effetto calmierante del basso prezzo del grano. La domanda di prodotto “solo nazionale” si risveglia e le borse ne prendono atto con prezzi che arrivo Bologna torna sui 173 (+3) €/t e a Milano valgono oltre i 160 €/t partenza.

Cereali foraggeri e oleaginose

www.terraevita.it

freccia_uguale ITALIA

Cereali Foraggieri: il settore dei cereali zootecnici in Italia risente del positivo effetto del rafforzamento del mais che potrebbe slittare parte della domanda su sorgo e cereali a paglia. Sempre forte la pressione su teneri e orzo dell’offerta comunitaria ed estera che di fatto stabilizzano le quotazioni di orzi e teneri attorno ai 175 €/t arrivo; in ripresa il sorgo che oggi vale 168 €/t partenza Nord. Oleaginose: in un contesto di incertezza sulla reale domanda internazionale e conseguenti riflessi sulle piazze americane, in regine di euro che si rafforza si confermano i prezzi con la soia estera che quota partenza 345 €/t; sempre NQ la nazionale.

 

IN CALCE:

Il commento completo sui prezzi europei e mondiali su Terra e Vita 38/2015 L’Edicola di Terra e Vita


Pubblica un commento