MERCATO –

Crollo dei prezzi del 40%. Europa sotto la soglia dei 30 cent/l

De Castro: emergenza latte

omnibus

Tra poco varrà meno dell’acqua: il latte è
sceso in Europa sotto la soglia dei 30
cent/litro, con un crollo dei prezzi che sfiora
il 40%. E la situazione, con la fine delle quote
ad aprile 2015, è destinata a peggiorare.
Per questo il settore sarà la priorità numero
uno nel nuovo anno della commissione Agricoltura
del Parlamento Ue. Ad annunciarlo è
Paolo De Castro, coordinatore per il Gruppo
dei Socialisti e Democratici e relatore permanente
per Expo e Ttip.

Gli elementi alla base dell’emergenza sono
tre: calo dei consumi, aumento della produzione,
embargo russo. Insieme hanno scatenato
la corsa al ribasso del prezzo del latte,
che rischia di scendere ulteriormente con la
liberalizzazione del mercato. Per questo la
Comagri, nel solo mese di gennaio, ha messo
in campo tre iniziative (7,20,27) per cercare di
costruire meccanismi di gestione dell’offerta.
«Il Commissario Hogan sta sottovalutando
il problema. Non possiamo aspettare che
il mercato riparta da solo. Servono strumenti
nuovi, quell’atterraggio morbido alla fine delle
quote che avevamo proposto invano». Si
attendono proposte anche dagli operatori di settore, specialmente in Italia: «la filiera –
ha aggiunto il ministro Maurizio Martina – è
chiamata a fare un salto di qualità. Ne va della
sua stessa sopravvivenza».

Nell’agenda 2015 europea ci sarà spazio anche
per altri importanti dossier: accordo di
libero scambio Ue-Usa, rafforzamento del
programma di educazione alimentare “latte
e frutta nelle scuole” (per il quale sono a disposizione
250 milioni di €/anno a Paese), riforma
dell’agricoltura biologica e valutazione
d’impatto dell’ocm ortofrutta, con particolare
attenzione al carico burocratico e agli strumenti
di prevenzione e gestione della crisi.

Allegati

Scarica il file: De Castro: emergenza latte

Pubblica un commento