Nova in campo a Bentivoglio, appuntamento con l’innovazione

Grande attesa per la quarta edizione di “Nova agricoltura in campo” che come lo scorso anno si svolge presso l’azienda agricola Il Raccolto a Bentivoglio (Bo)


innovazione

Ormai ci siamo. Il 21 luglio tutti a Bentivoglio (Bo) alla quarta edizione di “Nova agricoltura in campo”, tradizionale manifestazione organizzata dal marchio Edagricole del gruppo Tecniche Nuove www.terraevita.itpresso la Cooperativa Agricola “Il Raccolto”.

Temi portanti saranno ancora una volta l’agricoltura conservativa e l’agricoltura di precisione e come sempre sarà interessante valutare le proposte dei vari costruttori sempre più all’insegna dell’innovazione. Oltre alle tradizionali parcelle assegnate ai vari espositori, da segnalare la dimostrazione pratica di distribuzione del digestato su coltura in atto (mais) e il volo di un drone con conseguente esempio di elaborazione delle immagini ottenibili dai dispositivi applicati al drone stesso.

Stanno ancora arrivando adesioni da parte dei costruttori di macchine agricole e dei produttori di mezzi tecnici. Ma la griglia, al momento di andare in stampa, è già ben nutrita: Agricola Grains, Argo Tractors, Arvatec, Caussade, Challenger, Er.Mo, Faresin, Isagri, Kuhn, Ma-Ag, Manitou, Marchetti Macchine Agricole (con i marchi Bogballe e Väderstad), Maschio Gaspardo, Matermacc, Merlo, New Holland, New Pharm, Oliver, Spektra Agri, Topcon, Trelleborg. Altri marchi sono in procinto di aderire, in ogni caso la presenza di innovazione è garantita e si descriverà nel dettaglio una macchina scelta per ogni espositore, per poi dare il tempo a tutte le altre di mostrarsi all’opera. Parallelamente al percorso guidato per le macchine, gli interessanti possono seguire una presentazione sui vantaggi dell’agricoltura conservativa e la visita guidata all’adiacente impianto per la produzione di biogas.

Come da prassi, il pomeriggio sarà quindi dedicato alla parte convegnistica, che vedrà ancora l’agricoltura conservativa in primo piano, con uno sguardo in particolare a quanto la Regione Emilia-Romagna ha fatto in questo ambito, alle tecniche di distribuzione del digestato (solido e liquido) e al connubio sempre più stretto tra agricoltura conservativa e precision farming.

 


Pubblica un commento