App agricole in crescita, decisioni prese al telefono

Crescono le informazioni tecniche fruibili da smartphone e tablet. Dall’irrigazione alla fertilizzazione: l’informatica guida le scelte nei campi


app

Il mondo delle app agricole è sempre più in movimento. Ma è difficile dire dove stia andando perché le esigenze operative in campo agrario sono infinite e migliaia di programmatori, anche in questo momento, stanno lavorando duro per proporre applicazioni utili per il mondo iOS, Android, WinPhone, e Blackberry.

Un recentissimo studio della Società ImMobi (http://bit.ly/tev147; http://bit.ly/tev148), li descrive come professionisti che in media hanno non più di 35 anni che utilizzano prevalentemente la pubblicità per remunerare il proprio lavoro.

È quindi un segmento del mercato informatico che può maturare e continuerà a fornirci applicazioni diversificate, adattandosi ai capricci del mercato. Le applicazioni per device informatici mobili rappresentano comunque un segmento agrotecnologico di grande importanza applicativa. Procedono “dal basso”, grazie ai cellulari smart che cominciano a essere ospitati nelle tasche dei farmers di mezzo mondo, anche per l’enorme espansione della telefonia mobile.

Ma gli agricoltori, nel corso della loro attività, di quali applicazioni hanno bisogno? Le principali categorie sono riassunte in figura.

Si tratta di: meteo, zootecnia, irrigazione, fertilizzanti, meccanica, patologia,

Quella che mostriamo è prevalentemente una vetrina di tendenza; alcune di queste app sono infatti pensate per utenti di altri contesti operativi (luoghi, unità di misura) o legati a prodotti specifici. Sono però sempre molto interessanti perché rappresentano uno specchio in cui si riflette un business globale dalle proporzioni molto ampie.

Fertilizzazione

appUn’ottima app per la fertilizzazione è Just In Time Plant Nutrient Calculator.

(http://bit.ly/tev159, http://bit.ly/tev160)

L’applicazione è un tool piuttosto user-friendly sviluppato per supportare un prodotto specifico (Soludrip), fertilizzante solubile in acqua a pronto effetto. L’app non richiede wifi o traffico dati, pertanto è utilizzabile in qualsiasi localizzazione. Calcola la giusta dose di fertilizzante a seconda dello stato della coltura e del terreno. Inoltre consente il contatto con il produttore per accedere ad altri servizi. Rappresenta l’esempio di come si può inserire nello smartphone una porta di accesso verso l’impresa per i clienti che diventano sempre più fruitori di servizi oltre che di beni materiali.

app

Tiger-Sul Nutrient Calculator è considerato una delle top app nel suo settore, progettata per l’agricoltura biologica, convenzionale – industriale e dei tappeti erbosi.

(http://bit.ly/tev162, http://bit.ly/tev164)

Si tratta di un calcolatore di nutrienti per pianificare fertilizzazioni su colture e suoli diversi. Basta selezionare il tipo di coltura per avere la quantità di macro e micronutrienti necessari (N, P, K, S, Mg, Ca, Cu, Mn, Zn, B e Fe). I dati sono riferiti a un determinato risultato produttivo, Tiger-sul indica la quantità (e qualtà) di fertilizzante necessario per garantire un determinato assorbimento. Una feature molto utile è la Nutrient Deficiency Image Library (archivio di immagini di deficienza nutrizionale) che offre la possibilità di comparare visivamente la propria coltivazione con un set di foto che mostrano la stessa pianta in diverse condizioni nutrizionali, per decidere se intervenire modificando il proprio piano di concimazione allo scopo di ovviare a stati di carenza.


Leggi l’articolo completo su Terra e Vita 43/2016 L’Edicola di Terra e Vita


Pubblica un commento