Le aliquote contributive per l’anno 2016

Fissate con alcune recenti circolari dell’Inps


aliquote

Pubblichiamo le tabelle delle aliquote contributive in vigore nel settore agricolo, per l’anno 2016, per i lavoratori dipendenti e per i collaboratori coordinati e continuativi (e assimilati); sulla materia l’Inps ha recentemente emanato alcune circolari (n. 11 del 27/1/2016, n. 13 del 29/1/2016 e n. 17 del 29/1/2016).

 

Lavoratori dipendenti

Contributo FPLD – Aumenti di aliquota

Relativamente al percorso di allineamento delle aliquote del comparto agricolo agli altri settori, si segnala come per l’anno 2016 si darà luogo all’aumento dello 0,20% del contributo fondo pensioni a carico dei datori di lavoro agricolo tradizionali.

Esoneri compensativi per destinazione Tfr ai fondi pensione, operai fissi

Confermate le norme in materia di esonero dal contributo al Fondo di garanzia per il Tfr (pari allo 0,20%).

Tale disciplina non interessa, per il settore, né gli operai agricoli a tempo determinato né gli impiegati, quadri e dirigenti agricoli. Confermato anche l’ulteriore esonero dal versamento dei contributi sociali, previsto fino al 2014, e pari allo 0,28%. L’esonero incide sui contributi per assegni familiari e, in caso di incapienza, su quelli per maternità e disoccupazione o su altre contribuzioni per il finanziamento delle prestazioni temporanee.

Decontribuzione delle erogazioni stabilite da contratti di 2° livello

Le erogazioni previste dalla contrattazione collettiva di secondo livello, a titolo di premio di produttività, godono dello sgravio di 25 punti percentuali dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro e in uno sgravio totale dei contributi previdenziali a carico del lavoratore. Qualora pertanto tali erogazioni siano:

–   previste dai contratti collettivi aziendali ovvero di secondo livello;

–   incerte nella corresponsione o nell’ammontare;

–   rapportate alla misurazione di incrementi di produttività, qualità, competitività (indicatori dell’andamento dell’impresa e dei suoi risultati)

–   si darà luogo, nei limiti di 650 milioni di euro annui, alla applicazione dello “sconto”.

Contribuzione per il finanziamento dell’assicurazione sociale per l’impiego – Disoccupazione

Come si ricorderà, la nuova “NASPI” si applica ai lavoratori dipendenti, compresi gli apprendisti ed i soci lavoratori di società cooperative che abbiano in essere un rapporto di lavoro subordinato; per il comparto agricolo sono esclusi dall’ambito di applicazione gli operai agricoli OTD o OTI per i quali continuano a trovare applicazione le vigenti disposizioni in materia di disoccupazione agricola.

Contributo ordinario

Per gli impiegati, quadri e dirigenti agricoli, continuerà quindi ad essere dovuta la contribuzione dello 0,67 per cento già destinata al finanziamento della disoccupazione (di cui 0,30 destinato al finanziamento della formazione continua).

Contributo addizionale

Ai rapporti di lavoro subordinato non a tempo indeterminato si applica un contributo addizionale, a carico del datore di lavoro, pari all’1,4 per cento della retribuzione imponibile ai fini previdenziali.

Contributo aggiuntivo per licenziamento

….

Leggi l’articolo completo su Terra e Vita 08/2016 L’Edicola di Terra e Vita


Pubblica un commento