Al via un nuovo incentivo per chi assume disabili

È possibile l’abbinamento con le agevolazioni contributive


occupazione

L’Inps con la circolare n.99 del 13 giugno scorso ha fornito le indicazioni operative ai datori di lavoro imprenditori e non imprenditori, anche agricoli, che assumono disabili per ottenere gli incentivi previsti dall’articolo 10 del Dlgs. n.151/2015 che risultano differenti a seconda della percentuale di riduzione della capacità lavorativa riconosciuta al disabile. L’incentivo viene gestito direttamente dall’Inps, dopo che il datore di lavoro ha inviato all’istituto previdenziale, telematicamente, la richiesta di incentivo che potrà essere autorizzato fino all’esaurimento delle risorse stanziate.

L’ agevolazione prevista per l’assunzione di disabili è possibile abbinarla alle agevolazioni contributive (es. assunzione ultra cinquantenni disoccupati da più di dodici) purchè non si superi per ogni periodo di occupazione il limite del 100% dei costi salariali; mentre non è cumulabile con gli incentivi di natura economica (es. Banca dati giovani genitori).

 

Le condizioni da rispettare

Previste anche specifiche condizioni da rispettare per richiedere l’incentivo: possesso del Durc, rispetto della contrattazione collettiva che si è deciso di applicare, rispetto delle norme condizioni di lavoro, non aver ricevuto aiuti individuali definiti illegali o incompatibili dalla Commissione europea e successivamente non rimborsati o depositati in un conto bloccato.

I lavoratori interessati

I disabili per i quali è previsto l’incentivo in caso di assunzione, anche non dovuta per la copertura del collocamento obbligatorio, sono:

–   persone che hanno una riduzione della capacità lavorativa superiore al 79% o minorazioni ascritte dalla prima alla terza categoria delle tabelle allegate al Dpr. 915/78, assunte a tempo indeterminato per le quali l’incentivo è del 70% della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali per trentasei mesi;

Leggi l’articolo completo su Terra e Vita 26/2016 L’Edicola di Terra e Vita


Pubblica un commento