Agritechnica chiude in bellezza

Con 2.907 espositori e oltre 450mila visitatori, di cui più di 100mila provenienti dall’estero, ha registrato gli stessi numeri del 2013


Agritechnica

Dopo i primi due giorni all’insegna della “timidezza”, i padiglioni del polo fieristico di Hannover sono stati come due anni fa presi d’assalto dai visitatori.

«Ancora una volta Agritechnica 2015 ha consolidato in modo impressionante la sua posizione di leader tra le fiere interazionali – ha detto Reinhard Grandke, amministratore delegato della Dlg (Società agricola tedesca), organizzatrice della fiera, in occasione della conferenza stampa di chiusura –. Con 2.907 espositori (record assoluto, ndr) e oltre 450mila visitatori, di cui più di 100mila provenienti dall’estero, Agritechnica ha praticamente registrato gli stessi numeri del 2013». Al di là delle cifre, l’aspetto forse più importante è stato quello di aver captato un umore molto più ottimista rispetto alle previsioni, come dimostrato dall’elevata disponibilità all’investimento. «Secondo un sondaggio indipendente – ha aggiunto Grandke – più di due terzi degli agricoltori credono che i loro business si trovino attualmente in una buona fase. E intendono investire nell’arco dei prossimi due anni».

Tornando ai numeri, da rimarcare il fatto che il 56% degli espositori proveniva da fuori Germania, un vero e proprio record nel record, dato che ormai gli espositori stranieri sono nettamente superiori a quelli tedeschi. Passando ai visitatori, dei 450mila totali 347mila erano tedeschi (in crescita di circa il 2% sul 2013) e i restanti 104mila sono arrivati per lo più da Olanda (13.000), Svizzera (10.000), Austria (9.900), Irlanda (6.900), Danimarca (5.800), Francia (4.300), Svezia (4.100), Finlandia (3.700) e Gran Bretagna (3.200). Numeri importanti anche dal Centro-Est Europa: circa 15mila affluenze, di cui la maggioranza da Polonia (2.700), Repubblica Ceca (1.700), Romania (1.500), Lituania (1.400), Ungheria (1.400) e Russia (1.200). Da segnalare, infine, il numero significativo di visitatori da oltreoceano, una prova ulteriore della reputazione mondiale di Agritechnica: circa 7.200 presenze dalle Americhe, 1.000 dall’Oceania, 700 dalla Cina così come dall’India, e 1.200 dall’Africa.


Pubblica un commento